C.I. Turismo: il terzo round a Pirjevec


Lo sloveno Luka Pirjevec al volante dell’Alfa Romeo 156 della Scuderia Bigazzi ha vinto la gara di Campionato Italiano Turismo che si è corsa questa mattina all’autodromo toscano del Mugello, compiendo 8 giri alla media oraria di 136,980 KM. Seconda piazza per il romagnolo Davide Bertozzi vero protagonista della corsa al volante della sua BMW 320i, autore di un autentico show, rimontando dall’ultima posizione a cui era stato costretto per un guasto alla pompa della benzina in qualifica.

Già al 2° giro il romagnolo aveva guadagnato la 5^ posizione, scavalcando la Ford Fiesta di Riccardo Missiroli e portandosi a ridosso del milanese campione 2005 Marco Baroncini, terzo con la sua Alfa 147, preceduto dal vincitore, in quel momento in lotta con il campione in carica Alessandro Bernasconi, poleman e battistrada con la sua BMW 320 E46. A Bernasconi viene imposto uno stop & go alla fine del 4° giro, per sorpasso in presenza di bandiera gialla ed il milanese scivola in 10^ posizione. Bertozzi porta l’attacco decisivo a Baroncini a metà del 5° giro, mirando dritto alla leadership di Pirjevec.

Solo la bandiera rossa all’ottavo giro ha privato il pubblico di un’ulteriore spettacolare duello. La corsa è stata interrotta a poco più di tre minuti dal termine per motivi di sicurezza, data la presenza di olio sulla pista. Baroncini aveva intravisto una rimonta quando poco prima dell’interruzione sulla BMW di Bertozzi aveva ceduto una sospensione. I brividi sono iniziati in partenza dove il vincitore scatta meglio del poleman Bernasconi, nonostante i 50 Kg di zavorra sulla Alfa 156. E’ subito lotta tra i primi due, alcune posizioni più indietro, tra le Peugeot 206 RC di Massimo Omar Galbiati ed Andrea Mosca, che precede il compagno di squadra Chionna. A metà del 2° giro Bernasconi infila Pirjevec, Barboncini è terzo ma spinge sull’acceleratore, quarto Missiroli e 5° Mosca che comanda il gruppo degli inseguitori molto compatto. Il lombardo della 206 viene fermato per lo stop & go dovuto all’errore in partenza, rientra in penultima posizione ed anche lui inizia una bella rimonta che lo porterà 11° sotto la bandiera a scacchi.

A ridosso del podio un bravo Riccardo Missiroli che ha usato molto mestiere per rendere agile la sua Ford Fiesta, seguito dal toscano dell’Autofficina Rally Andrea Mosca, contento della 5^ posizione e della gara, conclusa davanti ad un Galbiati apparso molto impulsivo al volante della sua Peugeot 206 della Superteam Racing, autore anche di un duello fino troppo ravvicinato con il siciliano “Aramis”al volante dell’Alfa 147 – Ferlito Motors, settimo alla fine. Ottavo il milanese Alfredo Di Cosmo che ha concluso sulla sabbia la sua soddisfacente corsa al volante dell’Alfa Romeo-Ferlito Motors con comandi adeguati, davanti alla BMW di Bernasconi ed alla Peugeot 206 del bergamasco Alberto Angelo Brambati, partito dalla 13^ posizione.

Qui i risultati.

Via | ACI Sport

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: