Rally del Corallo 2008: in marcia verso l'appuntamento

stratos_rally_corallo

Lavora a pieno regime la macchina organizzativa del Rally del Corallo 2008 che, dopo alcuni anni di rodaggio, quest’anno ha l’onere e soprattutto l’onore di avere la validità per il Campionato Europeo FIA Rally Storici a coefficiente 2 e per il CIR - Campionato Italiano Rally Storici, oltre che per il TIR (Trofeo Italiano Rally) e per la Coppa CSAI Rally Storici.

L’evento, in programma per il 6 e 7 giugno prossimi è organizzato da P.E.S. - Promozioni Eventi Sportivi Srl - e Automobile Club Sassari, e sarà avvalorato dal prezioso patrocinio della Regione Autonoma Sardegna, della Provincia di Sassari e della Città di Alghero, godendo inoltre della spinta del Comitato provinciale di Sassari del CONI.

E’ pronta la grande novità della formula mista asfalto-terra.

La prima tappa si svolgerà tutta su prove in asfalto, mentre la seconda si correrà interamente su prove speciali con fondo sterrato, strade bianche estremamente curate, nastri di terra immersi nella inconfondibile natura isolana, in grado di esaltare le capacità di guida e le performance delle vetture senza metterne in crisi la meccanica oltre che rinfrancare lo spirito con paesaggi da sogno.

Proprio per quanto riguarda le strade bianche, vale la pena evidenziare la recente visita, durante la settimana scorsa, di Mister John Hughes, presidente della Commissione Autostoriche della FIA, il quale ha visionato il percorso. Ecco le impressioni, che definiscono una gara di categoria superiore la quale, con la sua novità del percorso misto terra-asfalto, potrebbe lanciare una nuova idea valida anche per i rally moderni: "Le tre prove su terra visionate sono veramente di ottima qualità con un fondo compatto e con pochissime pietre. La compattezza del fondo reggerà molto bene il doppio passaggio previsto su ogni prova; e se il tempo sarà buono, a giugno troveremo una situazione potenzialmente migliore. Non vedo nessuna ragione per la quale i piloti dovrebbero avere delle riserve, sono prove molto tecniche con il giusto mix di tratti veloci, il tutto in estrema sicurezza, per di più il fondo così liscio non creerà nessun problema all'integrità delle vetture. Sarà sicuramente un'ottima esperienza per i partecipanti".

Dunque, la massima autorità mondiale per il settore delle auto storiche ha confermato quanto già in molti sapevano: che il Rally del Corallo ha una parte sterrata già promossa a pieni voti ancora prima di farci passare sopra le vetture ed in gara, chi avrà la fortuna di poterla correre con il volante fra le mani, resterà sicuramente estasiato da quanto le strade sono in perfette condizioni e soprattutto da come lo rimarranno anche dopo più passaggi in gara.

Dunque il Rally del Corallo 2008 è davvero bello e possibile, un’occasione unica per trarre la massima gioia con la guida su terra delle indimenticabili regine del passato. Al rally storico saranno ammesse le vetture conformi al vigente regolamento FIA-CSAI, con limite massimo fissato in 70 equipaggi. Per quanto riguarda il programma della manifestazione, nel pomeriggio di giovedì 5 giugno e la mattina di venerdì 6 giugno sono previste le verifiche amministrative e tecniche, regolamentate ad orario, mentre si inizierà a fare sul serio l’indomani.

Il programma

La Riviera del Corallo e l’entroterra di Alghero saranno uno sfondoo unico per il momento sportivo, ma una gara così esclusiva vuole uno scenario altrettanto valido. Il quartier generale, la “Permanence” del rally, luogo di lavoro per gli addetti, ma anche biglietto da visita di un’intera manifestazione, non poteva avere migliore espressione di bellezza e originalità che l’essere ospitata presso la prestigiosa Villa Sella sul Lungomare Dante, uno dei più straordinari esempi di stile liberty nella città di Alghero. Una costruzione caratterizzata da linee morbide e ricurve e uno splendido parco ricco di essenze che guarda il mare e rinfranca lo spirito.

La prima tappa su asfalto

La prima tappa partirà venerdì 6 giugno nel pomeriggio, e si snoderà nell’entroterra a sud est della Riviera del Corallo. Partenza da Alghero alle ore 14,30 ed arrivo alle 22,30 dopo sei prove speciali (tre da ripetere), tra cui si evidenzia quella presso l’autodromo di Mores, una “superprova” speciale in grado di accendere ancora di più lo spettacolo. Il confronto sportivo avrà luogo interessando i comuni di Ittiri, Usini e Villanova.

Il secondo giorno sulle strade bianche

L’indomani, sabato 7 giugno arriva il fascino della terra, che riporterà tutti, piloti, addetti ai lavori e appassionati ai ricordi degli anni ruggenti del rallismo, quando le sfide erano anche avventura, quando piloti e navigatori tenaci, sprezzanti del pericolo e della fatica, iscrivevano i propri nomi al mito. Altre sei prove speciali, anche in questo caso tre da percorrere due volte, nella zona a nord est della città, attraversando i comuni di Sassari e Castelsardo, con partenza alle ore 9,00 ed arrivo previsto nel pomeriggio, alle 17,20.

La “Coppa del Corallo”

A seguire il Rally del Corallo ci sarà la “Coppa del Corallo”, che di fatto partirà dieci minuti dopo l’ultimo concorrente della gara principale, proponendo in totale ben dieci prove di abilità e successivamente, cinque minuti dopo l’ultimo concorrente di questa seconda sfida, sarà pronto per il via l’autoraduno, altra occasione per vedere ed apprezzare vetture da sogno, sovente guidate da grandi nomi del passato.

La gara si concluderà con l’ormai tradizionale serata di gala presso le tenute Sella&Mosca, e per chi lo desidera sarà possibile effettuare la visita alle cantine storiche. Presenteranno la serata Michele Mambelli (speaker ufficiale del G.P. d'ITALIA) e Noelia Hernandez. Le premiazioni infine si svolgeranno domenica mattina 8 giugno con a seguire il cocktail di arrivederci all’edizione 2009.

Via |Ufficio Stampa

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: