Rally di Sardegna: Bettega è terzo tra le Super 1600

bettega_2

Alessandro Bettega sta dando spettacolo al Rally d’Italia-Sardegna, terzo atto del Fia Junior World Rally Championship. Il pilota trentino di TRT ha chiuso la seconda tappa conquistando un’altra posizione rispetto alla quarta con cui aveva terminato la prima giornata di gara. Ora è terzo tra le Super 1600, dominatore assoluto tra le R3.

Ieri Bettega è stato straordinario, costantemente ai livelli dei migliori driver delle Super 1600, pur guidando una vettura, la Renault Clio R3 di TRT seguita in campo gara dal Power Car Team di Munaretto e da tecnici di Renault Sport, inferiore dal punto di vista tecnico.

Basta citare un fatto: nel primo passaggio della PS Monte Lerno, la più lunga della giornata con i suoi 29,31 km, Bettega ha staccato il terzo tempo tra le Super 1600, a un solo secondo da Prokop (Citroen C2), che occupava la piazza d’onore, e a 12” dalla miglior prestazione di Kosciuszko (Suzuki Swift).

Il leader del Mondialito, il francese Ogier (Citroen C2), in questa prova ha accusato da Bettega un distacco di 2 secondi. E, lo ripetiamo, stiamo parlando di piloti che guidano vetture più potenti e più leggere della R3 del pilota trentino di TRT. Nel secondo passaggio di questa prova, Bettega, nonostante una situazione di classifica ormai tranquilla, si è ripetuto, facendo registrare, rispetto alla miglior prestazione di Prokop, un ritardo contenuto di 14”.

Sta andando tutto bene - ha commentato Bettega all’arrivo di tappa - la macchina è finalmente a posto di assetto e io e Simone Scattolin ci stiamo divertendo. Mi sono trovato un po’ in difficoltà solo nella prova iniziale, Punta Pianedda, perché era molto veloce e pagavamo dazio nei confronti delle Super 1600. Difatti il primo giro ho realizzato solo il sesto tempo, anche perché avevo preso una pietra all’interno di una ruota anteriore e ho avuto l’impressione di aver forato, per cui per qualche chilometro sono andato piano, prima di capire che invece era tutto a posto. Le altre PS, invece, erano strette e tortuose, con un terreno reso duro dalle piogge notturne e dove c’era anche un po’ di discesa: lì abbiamo dato il meglio”.

A parte la sesta prestazione nella PS inaugurale, Punta Pianedda, di 18,53 km, Bettega ha poi sempre marciato tra il terzo e il quarto tempo delle Super 1600, a ridosso dei migliori. Nel primo passaggio di Monte Lerno, come già detto, era terzo. Prestazione che, abbinata all’abbandono di Sandell, gli consentiva di salire in terza posizione nella classifica generale. Quindi a Su Filigosu (19,46 km) Bettega era di nuovo terzo, dando un secondo a Prokop. Nel secondo giro, che comprendeva la ripetizione delle tre PS precedenti, Bettega ha staccato sempre il quarto tempo.

Al termine del primo giro abbiamo analizzato la situazione. I primi due, Kosciuszko e Prokop, facevano corsa tra loro, mentre il quarto, Gallagher, era distante tre minuti. A questo punto ci conveniva giocare di rimessa, risparmiando la macchina e mantenendo un risultato che è decisamente positivo. E’ la tattica che adotteremo anche nella tappa conclusiva, visto che Gallagher è ancora più indietro: attenti a non sbagliare, ad evitare tutti i rischi e a pensare solo al traguardo”.

Classifica del Fia Junior World Rally Championship, Sardegna Day 2:

1. Kosciuszko-Szczepaniak (Suzuki Swift S 1600) in 3h17’32”
2. Prokop-Tomanek (Citroen C2 S 1600) in 3h17’33”
3. Bettega-Scattolin (Renault Clio R3) in 3h20’01”
4. Gallagher-Morrissey (Citroen C2 S 1600) in 3h24’05”
5. Burkart-Koelbach (Citroen C2 S1600) in 3h25’23”
6. Ogier-Ingrassia (Citroen C2 S1600) in 3h32’55”.

Via | Press Office TRT

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: