WTCC, Stefano d'Aste allunga tra gli Indipendents

daste_valencia

Un primo ed un terzo posto in Spagna su un circuito che doveva essere sfavorevole alle BMW. Un gran risultato per Stefano d'Aste, che rientra da Valencia con un ottimo bottino di punti ed un vantaggio in classifica tra gli Indipendents di otto lunghezze.

Valencia doveva essere un circuito sul quale gareggiare in difesa in quanto poco favorevole alla trazione posteriore della BMW, ed invece già dalle prove libere il brianzolo aveva compreso che il week end avrebbe riservato per lui tante soddisfazioni. "La vettura è davvero performante qui in Spagna - affermava Stefano dopo le libere - e con le condizioni di asciutto siamo davvero a posto. Sono davvero soddisfatto per le nostre prestazioni, qui a Valencia è importante partire più avanti possibile".

La BMW numero 26 del Proteam risulta "performante" sull'asciutto, ma addirittura ottima sul bagnato. Il passo con pista bagnata è davvero buono e a fine qualifiche, dopo un paio di modifiche, arriva di conseguenza la pole tra gli Indipendents. "Già ad inizio prove ho fatto dei buoni tempi - ha dichiarato Stefano dopo la pole - ma dopo alcune modifiche la mia BMW era praticamente perfetta ed ho fatto un giro quasi perfetto che mi ha consentito di ottenere la pole tra i piloti privati, ad un passo dalla top ten tra gli ufficiali. In gara sarà difficile, i miei avversari sono molto vicini ma abbiamo visto che sul passo di gara ho davvero un ottimo ritmo, sia con pista asciutta che sul bagnato".

Ma le difficoltà non le riserva solo la pista: una intossicazione alimentare debilita d'Aste la domenica e solo grazie all'intervento dei medici Stefano riesce a prendere il via delle due corse.

Al semaforo verde il pilota del Proteam scatta bene ed evita di essere coinvolto nell'incidente tra Corthals ed Hernandez per pochissimo. La brusca manovra consente a Tielemans di portarsi davanti. Ma d'Aste è davvero molto veloce e dopo svariati tentativi, sempre bruscamente respinti dal pilota olandese, al quarto giro riesce a passare e a prendere un margine di sicurezza di tre secondi, non mollando più la prima posizione fino allo sventolio della bandiera a scacchi.

Nella seconda corsa Stefano sfrutta la miglior trazione della BMW nelle partenze da fermo e si affianca a Thompson e Monteiro. Rimane con il gruppo a ridosso della zona punti per alcuni giri fino a quando la troppa irruenza di Porteiro lo porta fuori pista: lo spagnolo sbaglia completamente la frenata e centra in pieno la BMW del Proteam, facendola girare ed uscire fuori pista. Stefano riprende la corsa e, nonostante i danni alla vettura, riesce a mantenere un buon passo ed a rimontare fino alla terza posizione.

E' stremato d'Aste a fine giornata, non in perfette condizioni fisiche: "Potevo vincere entrambe le manche se Porteiro non avesse sbagliato la frenata in gara due. Avevo appena lasciato passare Farfus quanto lo spagnolo mi ha colpito e fatto girare. Nonostante la mia BMW fosse piuttosto danneggiata, sono riuscito a recuperare e a piazzarmi terzo. In gara uno invece, dopo i primi giri di lotta con Tielemans, sono riuscito a passarlo e ad involarmi. Dopo aver preso un certo margine ho preferito non rischiare e amministrare il risultato, anche perché fisicamente non ero al top".

"Non aver mangiato per un giorno mi ha reso piuttosto debole e Valencia è un circuito abbastanza faticoso. Sono soddisfatto per il risultato di gara uno e soprattutto mi fa molto piacere avere incrementato il margine di punti sul secondo in classifica. Ora arrivano due piste su cui mi sono sempre trovato bene e dove lo scorso anno ho vinto: Pau e Brno. Speriamo che la stagione prosegua nel modo migliore, il team mi sta mettendo in condizioni di lottare per la vittoria preparandomi, come accaduto qui a Valencia, una vettura praticamente perfetta. Devo ringraziare i ragazzi di Valmiro Presenzini che mi permettono di regalare loro grandi soddisfazioni".

Questa la classifica tra gli Indipendents:

1 Stefano D'ASTE (ITA) 44
2 Olivier TIELEMANS (NED) 36
2 Pierre-Yves CORTHALS (BEL) 36
4 Sergio HERNÁNDEZ (ESP) 35
5 Franz ENGSTLER (GER) 30
6 Andrey ROMANOV (RUS) 20
7 Ibrahim OKYAY (TUR) 12
8 Alexander LVOV (RUS) 9
9 Andrey SMETSKY (RUS) 5

Via | Ufficio Stampa Applepromotion

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: