La trasferta iberica dell'Isolani Racing Team

isolani_10

Il meteo avverso incontrato al Fito ha accompagnato la trasferta Iberica dell’Isolani Racing Team fino a Covilhã, in Portogallo, sede di partenza della terza gara di Campionato Europeo della Montagna: la Rampa Serra da Estrella. Una gara bella e “lunga”, con ben tre manche di prova più la prima di gara prevista già il sabato. Domenica, una ulteriore sessione di warm-up più la seconda e terza manche di gara, con classifica finale stilata per somma dei due migliori tempi ottenuti.

Le condizioni atmosferiche estremamente incerte per tutta la settimana lasciavano un po’ di tregua il sabato, regalando a piloti e team una stupenda giornata di sole. Leo Isolani, Stefano Pierdomenico e Giacomo Fiertler ne approfittavano per testare sul campo alcune soluzioni alternative di assetto ed elettronica, sfruttando le manche di prova.

Nel corso dell’ultima sessione ufficiale, alla ricerca del limite la Ferrari 575 di Isolani impattava contro il guard-rail affrontando un tornante sinistro, riportando danni all’anteriore e al braccio della sospensione, tali da rendere impossibile la disputa della prima manche di gara.

Manche nella quale la Ferrari 360 N-Gt di Stefano Pierdomenico, che in uscita da una destra veloce si intraversava picchiando l’anteriore e stoppando la gara al pilota laziale.

Giacomo Fiertler nel frattempo salvava l’onore della squadra portando al traguardo la sua Ferrari 360 Challenge non senza qualche problemino elettronico.

Intanto calava la sera, e nei paddock cominciava un lavoro febbrile per sistemare le vetture sia di Isolani che di Pierdomenico. Tutto l’Isolani Racing Team al lavoro fino a tarda notte per sistemare la Ferrari 575 del caposquadra, riassemblare l’anteriore della 360 di Pierdomenico e cercare di risolvere i problemi alla centralina della 360 di “Jack” Fiertler.

Domenica mattina Isolani e Pierdomenico verificavano la funzionalità delle due Ferrari, schierandosi regolarmente al via del warm-up e incassando i complimenti dei Commissari Tecnici per l’ottimo lavoro eseguito dal Team sulle vetture.

Purtroppo la sfortuna si accaniva questa volta sulla 360 di Fiertler che non prendeva il via alla seconda manche di gara, manche nella quale Isolani siglava il miglior tempo nella categoria GT regolando la concorrenza con 5 secondi di distacco. Ma nell’intervallo precedente l’ultimo impegno cronometrato tornava il maltempo, con una pioggia copiosa su tutto il tracciato. Fiertler questa volta riusciva a prendere il via, concludendo così il minimo di due manche valide e portando a termine positivamente la sua gara con il 5° posto nel gruppo GT.

Isolani partiva a testa bassa, rifilando un distacco di ben dieci secondi alla concorrenza. Un distacco però insufficiente a colmare il gap accumulato disputando una manche asciutta ed una bagnata, infatti con una manche in meno di gara sull’asciutto si è persa la possibilità di conquistare la vittoria finale e si è dovuto accontentare del 3° posto nel gruppo GT.

Il piazzamento di Pierdomenico concludeva una lunga trasferta Iberica al 4° posto nel gruppo GT, con tutti e tre piloti dell’Isolani Racing Team in zona punti. Trasferta caratterizzata da mille traversie, mettendo a dura prova l’organizzazione di una squadra che però rientra in Italia a testa alta, preparando a bocce ferme i prossimi impegni in ambito Italiano ed Europeo.

Via | Isolani Racing Team

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: