4H di Brno ETCS: Cappellari/Gollin/Calderari ancora vincenti


Assolo vincente di Cappellari/Gollin/Calderari (Bmw M3 E92 3.2) nella 4 ore ETCS di Brno. Il trio della Duller Motorsport si aggiudica così anche la seconda prova stagionale dopo la vittoria di Vallelunga ad aprile, compiendo in poco più di 4 ore ben 106 giri e distanziando di quattro tornate i compagni di squadra Bellini/Bonamico (Bmw M3 E46 3.2) e di cinque giri la Bmw 320i della Promotorsport affidata a Conte/Zanin.

Le uniche emozioni nei primi minuti di gara sono date dalle vetture iscritte in classe due litri. Se davanti infatti le posizioni non cambiano con i primi 4 equipaggi che mantengono le posizioni che avevano in griglia, è la Alfa Romeo Gt 2.0 della Oerre Racing a dover cedere la leadership provvisoria di classe alla Bmw 320i della Promotorsport di Conte/Zanin. Primi problemi per le vetture di testa in prossimità della prima ora quando sulla M3 della Arsenio Corse di Cremonesi/Belicchi si rompe il cavo dell’acceleratore. La prontezza di riflessi di Belicchi che blocca il gas con una pietra consente il rientro ai box anche se con un giro di ritardo. Questo inconveniente risulterà poi decisivo poco più di sessanta minuti dopo quando, dopo un testa coda, Cremonesi non riuscirà a far ripartire la sua vettura per problemi alla frizione, risultato proprio della ripartenza forzata un’ora prima. E’ sempre la frizione, nella prima ora di gara, a tradire Taddeo in equipaggio con Bianchet e Piodi sulla terza vettura della Dueller Motorsport.

Con le prime due posizioni che non cambieranno fin sotto la bandiera a scacchi l’interesse è per il terzo gradino del podio con la Seat Leon di Livio/Debe/Rossi (Millenium) incalzata dalle due Bmw 320i della Promotor Sport. Un problema ai freni prima, e l’usura delle gomme fanno perdere prezioso terreno alla vettura del Team Millenium (1° in classe) che è così costretta a cedere la posizione a Conte che, nonostante un rapido rifornimento a dieci minuti dalla conclusione ed una foratura proprio all’ultima tornata, precede di dodici secondi la vettura gemella.

Serrata anche la sfida in classe tre litri con la debuttante Bmw 330 del Team Millenium davanti alla simile vettura della Zerocinque rispettivamente in sesta e settima posizione assoluta, dopo che la terza Bmw 3.0 iscritta (Wheels Racing) ha finito anzitempo la sua gara per una incomprensione in un doppiaggio già nelle prime fasi di gara.

Mai in discussione neanche l’affermazione di Viglione/Sorghini nel Raggruppamento Diesel. Partiti davanti hanno approfittato al massimo dei problemi di sottosterzo dei compagni di squadra Peroni/Bonvicini sul traguardo comunque secondi di Raggruppamento nonostante il ritiro a dieci minuti dalla fine per un problema di pescaggio.

Ufficio Stampa Gruppo Peroni

Via | Gruppo Peroni Race

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: