32° Rally dell'Appennino Reggiano: si aprono le iscrizioni

marco_silva

Si aprono domani, le iscrizioni al 32° Rally dell’Appennino Reggiano (chiusura il 20 giugno), quinta prova del Trofeo Nazionale Asfalto, organizzata da ACI Service Reggio. Entra così nel vivo l’appuntamento più importante della scena motoristica reggiana, che ormai fa parte stabilmente della èlite nazionale della specialità.

Anno dopo anno l’Automobile Club locale, infatti, ha saputo costruire questa importante realtà agonistica. Un primato conquistato grazie all’impegno professionale e sportivo dei tanti membri della macchina organizzativa, che hanno dato vita a una sfida piacevole nel magico scenario dei monti che sovrastano la città.

La gara viene proposta con le stesse caratteristiche della passata edizione, una scelta attuata sulla scorta delle numerose indicazioni avute nel 2006 e 2007 dai piloti e dalle squadre oltre che dagli sportivi appassionati. Il format della passata edizione venne infatti definito eccellente, per cui ACI Service, accogliendo le idee di tutti, ha deciso di mantenere lo stesso standard del recente passato apportando solo alcuni piccoli ritocchi.

Il percorso

Otto prove speciali anziché nove come accadeva lo scorso anno. E’ stato deciso di non far disputare la prova di “Canala”, sostituita con un’altra tra quelle che hanno fatto la storia della gara e nella sostanza il percorso sarà quello classico, con una delle prove che verrà fatta percorrere in senso contrario rispetto alla passata edizione. I concorrenti si troveranno ad affrontare tre prove diverse, due delle quali per tre volte ed una per due volte.

Il programma prevede la partenza alle ore 19,31 di venerdì 27 giugno come consuetudine dall’Ente Fiera con lo sfondo dei ponti di Calatrava, dopodiché verrà affrontato il primo impegno cronometrato alle 20,45. Successivamente si entrerà nel riordino notturno di Carpineti (ore 21,00) per uscirne alle 09,01 dell’indomani, sabato 28 giugno, quando si svolgerà la restante parte di sfida.

In totale saranno 376,130, i chilometri dell’intero tracciato dei quali 122,630 di prove speciali che confermeranno il loro forte significato tecnico, caratteri che fanno del Rally dell’Appennino una delle gare più difficili del Campionato, con una percentuale di equipaggi all’arrivo che tradizionalmente sfiora il 50 %. Come nelle ultime tre edizioni la gara si concluderà nel centro storico della città, nel suo salotto più esclusivo: la bandiera a scacchi sventolerà in Piazza della Vittoria alle 19,00, con la cerimonia di arrivo e premiazione.

L’edizione 2007 della gara fu vinta dal comasco Marco Silva (Peugeot 307 WRC) davanti a Devid Oldrati (Peugeot 206 WRC) e terzo arrivò il locale Marco Gatti (Subaru Impreza WRC).

Via | Ufficio stampa

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: