Lotus, Lopez: Raikkonen rimane solo se l'auto è competitiva

Gerald Lopez chiarisce il futuro di Kimi Raikkonen. A suo dire il pilota finlandese non si muoverà dal Team Lotus F1, a patto che quest’ultimo gli fornisca una vettura competitiva e capace di soddisfare le sue ambizioni. La scelta di ingaggiarlo? Chiara fin dall’inizio

2013_kimi_raikkonen

Kimi Raikkonen non ha ancora sciolto le riserve sul proprio futuro. L’ex campione del mondo sarà ‘free agent’ al termine della stagione ed il suo ingaggio potrebbe quindi scatenare un’asta, in virtù degli ottimi risultati fin qui collezionati: il pilota finlandese ha terminato lo scorso campionato in 3° posizione ed è oggi 2°, a 10 punti dal leader Sebastian Vettel. Gerard Lopez, proprietario del Team Lotus F1, si è tuttavia dichiarato ottimista sulla sua permanenza. La scuderia deve e dovrà comunque mettergli a disposizione una monoposto competitiva, primo requisito che il 33enne di Espoo vuole necessariamente veder soddisfatto.

“Kimi è un ragazzo fantastico – commenta il manager, intervistato da Autosport –. Il rapporto fra lui e fra tutti i componenti del team è davvero positivo. Kimi ci è riconoscente per averlo riportato nelle posizioni che gli competono, e noi gli siamo altrettanto riconoscenti per i risultati che stiamo raggiungendo. Sono convinto che Kimi resterà con noi se avrà quanto desidera in termini di prestazioni. Dobbiamo sforzarci per mettergli a disposizione un’auto competitiva, e solo così potremo tenerlo ancora con noi”. Lopez non ha mai dubitato della competitività di Raikkonen, nemmeno prima di ingaggiarlo.

“Avevamo 11 opzioni. Per alcuni Kimi poteva non apparire quale il candidato migliore, ma da parte nostra non c’è mai stata la minima incertezza – spiega l’imprenditore lussemburghese –. Siamo orgogliosi della nostra decisione. E’ il classico esempio di quando parli con una persona e le dici ‘te l’avevo detto’”.

  • shares
  • Mail