C.I.GT: trasferta amara a Valencia per Max Mugelli


Trasferta amara per Max Mugelli in Spagna: sul circuito di Valencia il pilota toscano, in coppia con Alessandro Balzan, conclude gara 1 all’ottavo posto mentre in gara 2 viene spinto fuori pista da Perazzini che lo tampona alle spalle spedendolo sulla sabbia.

A Perazzini viene inflitta una penalità di 25 secondi a fine gara per la manovra irregolare, ma intanto Max è costretto al ritiro. In ogni caso, l’equipaggio Mugelli-Balzan non ha mai trovato la giusta competitività sul tracciato spagnolo, rimanendo lontano dalla posizioni di testa.

Nel suo turno di prove ufficiali Max, con un treno di gomme nuove, ottiene il decimo tempo, distante però dalle prime piazze. Meglio Balzan che, con due treni di gomme nuove a disposizione, riesce ad ottenere il settimo tempo.

In gara però il passo non era certo quello dei primi, da cui la coppia Mugelli-Balzan accusava un distacco di più di un secondo al giro.

Nella sfida 1 Balzan parte bene e sfrutta la gomma nuova nei primi giri per mantenere il passo del gruppo di testa, ma il ritmo si alza alla distanza. Al cambio pilota Max entra in pista cercando di conservare la posizione, ma negli ultimi giri deve lasciare spazio a Busnelli e Palma, conquistando così l’ottavo posto che vale 3 punti in classifica.

In gara 2 Max rimane imbottigliato in partenza e perde una posizione. Poi al settimo passaggio Perazzini, che lo seguiva da vicino, tenta un improbabile sorpasso finendo per tamponare Max e spedendolo sulla sabbia.

Mugelli purtroppo non riesce a ripartire ed è costretto al ritiro. Perazzini sarà sanzionato per la manovra scorretta con 25 secondi di penalità a fine gara.

Dopo la gara di Valencia, il campionato vede in testa la Porsche di Cruz Martins e la Ferrari di Caffi-Moncini a quota 63, seguiti da Lancieri-Busnelli con 60 punti, Tavano-Aguas con 48 punti, Mediani-Linossi con 45 punti e Mugelli-Balzan con 43 punti. Il prossimo appuntamento è previsto al Mugello il 19/20 luglio.

Max Mugelli:

Inutile nascondere la delusione. A Valencia non siamo mai stati competitivi e non avremmo mai potuto lottare per la conquista del podio. Non siamo riusciti a trovare il giusto set-up e da parte mia la scarsa conoscenza della pista non ha certo aiutato.

Ora non resta altro da fare che rimboccarci le maniche in vista della gara del Mugello, che per noi risulta decisiva se vogliamo continuare a lottare per il campionato.

Al riguardo saremo proprio al Mugello il 9 luglio per un test privato con una vettura che divideremo con i nostri compagni di scuderia Mediani e Linossi. Speriamo che il test ci aiuti a capire meglio la giusta messa a punto in modo da tornare a recitare il ruolo di protagonisti”.

Via | Ufficio stampa

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: