GP Spagna F1, Red Bull e Ferrari sul filo di lana nelle libere 2

La sfida sulla pista di Barcellona ha regalato una classifica stretta nelle prove libere 2 del GP Spagna F1. Il miglior tempo è stato siglato da Sebastian Vettel, con la Red Bull, che ha preceduto di soli 17 millesimi la Ferrari di Fernando Alonso, giunto in piazza d'onore con una "rossa" in grande spolvero, privata del risultato migliore solo per il traffico in pista.

Terzo posto, a meno di un decimo dal crono di riferimento, per l'australiano Mark Webber, sull'altra "lattina volante". Poi Kimi Raikkonen, quarto con la prima Lotus, a poco più di due decimi dalla linea di testa. Non molto distante da lui Felipe Massa, con il suo "cavallino rampante", che è riuscito a spuntarla di un soffio su Lewis Hamilton e la sua Mercedes.

Dietro di loro Nico Rosberg, con l'altra monoposto della "stella", a quasi sei decimi dal leader. Superiore al secondo, invece, il ritardo di Adrian Sutil, ottavo sulla Force India. La top ten è chiusa da Jean-Eric Vergne e Paul di Resta, ancora più lontani dal capofila.

Appena fuori dalla lista dei magnifici dieci la Toro Rosso di Daniel Ricciardo, che ha tenuto dietro le due McLaren di Jenson Button e Sergio Perez, in evidente stato di fatica, anche se l'esito delle prove del venerdì va letto con molta prudenza, per la natura intrinseca del confronto, orientato alla raccolta dei dati e alla preparazione della gara più che alla ricerca della prestazione assoluta.

Resta il fatto che le monoposto della scuderia di Woking non hanno messo in mostra dei segnali incoraggianti, nonostante gli aggiornamenti introdotti nella trasferta iberica. A questo punto, per capire meglio la situazione, non ci resta che aspettare i confronti di domani, in particolare le qualifiche.

Classifica generale dei tempi dopo le libere 2

  • shares
  • Mail