GP Spagna F1, il successo Ferrari nelle parole di Domenicali

Ieri è andata in scena una giornata felice per il pubblico spagnolo, che ha vissuto una gara memorabile sul Circuit de Catalunya. L’idolo di casa Fernando Alonso ha vinto infatti il Gran Premio di Spagna di Formula 1, al termine di una corsa condotta nel migliore dei modi dall’asso iberico della Ferrari.

F1 Ferrari GP Spagna F1

Gioia intensa anche per la scuderia del “cavallino rampante”, completata dal terzo posto di Felipe Massa: il pilota brasiliano, facendo appello al suo talento, è giunto sul gradino più basso del podio dopo la partenza dalla nona posizione in griglia, per la penalizzazione subita durante le qualifiche, quando è stato arretrato di tre piazze.

I due interpreti delle “rosse” si sono resi protagonisti di una gara maiuscola, gestendo al meglio le loro F138 fino alla bandiera a scacchi. Scene di giubilo nelle tribune all’arrivo di Fernando nella zona di Parco Chiuso, dopo che l’asturiano aveva completato il giro di rientro stringendo dall’abitacolo una bandiera spagnola.

Ecco il resoconto di Stefano Domenicali, pubblicato sul sito ufficiale della squadra italiana: “Sono davvero contento per questo grande risultato di squadra! Abbiamo svolto un ottimo lavoro sia in pista che a Maranello, anche se è stata un gara tesissima in cui ogni minimo dettaglio avrebbe potuto fare la differenza. Credo che sotto questo profilo siamo riusciti ad interpretare la corsa nel migliore dei modi. Posso dire senza presunzione che i nostri tecnici non hanno sbagliato una virgola. Ritengo che questo sia merito di Pat Fry, anche se oggi non era con noi sul muretto”.

Questi di Barcellona –prosegue il team principal della Ferrari- sono quaranta punti molto importanti: Fernando ha fatto l’ennesima gara straordinaria, dimostrandosi aggressivo nei momenti decisivi e conservativo quando oc-correva gestire il vantaggio, riuscendo a recuperare su tutti i suoi diretti avversari. Sono molto felice anche per la prestazione di Felipe, perché su questo circuito non era facile arrivare sul podio partendo dalla nona posizione. Lui è stato in grado di lottare fino all’ultimo istante e il suo è un risultato davvero meritato. Il momento di soddisfazione non ci fa dimenticare il lavoro da svolgere. Sappiamo bene che c’è ancora molto da fare per migliorare la vettura al sabato. Dobbiamo garantirci posizioni di partenza migliori”.

L’analisi sembra condivisibile, perché cullarsi dopo la gloria è il miglior metodo per farsi del male. A Maranello lo sanno bene e cercano di evitare facili entusiasmi. Adesso il mondo della Formula 1 si concentra sulla sfida di Monaco, dove tra due settimane si disputerà il sesto appuntamento della stagione: una gara che Fernando Alonso ha già vinto due volte. Quest’anno riuscirà a ripetersi?

F1 Ferrari GP Spagna F1
F1 Ferrari GP Spagna F1
F1 Ferrari GP Spagna F1
F1 Ferrari GP Spagna F1
F1 Ferrari GP Spagna F1
F1 Ferrari GP Spagna F1
F1 Ferrari GP Spagna F1
F1 Ferrari GP Spagna F1
F1 Ferrari GP Spagna F1
F1 Ferrari GP Spagna F1
F1 Ferrari GP Spagna F1
F1 Ferrari GP Spagna F1

  • shares
  • Mail