F1: Pirelli "Dal Canada meno soste ai box"

La casa italiana ammette: "Troppi i quattro pit-stop in Spagna. Il problema sono stati i pochi test invernali, ma ora abbiamo trovato la causa"

La gara di Barcellona ha fatto gioire la Ferrari e tutti i tifosi della rossa, ma ha creato più di una polemica sulla questione pneumatici. Fernando Alonso ha vinto facendo quattro soste, così come la maggior parte dei piloti in pista: un numero di pit-stop decisamente elevato. Lo crede anche la Pirelli, pronta a modificare le proprie gomme: "I quattro pit-stop del Gp di Spagna sono stati eccessivi - ha detto Paul Hembery - introdurremo un'evoluzione dei P-Zero".

Le novità non potranno però arrivare per la prossima gara, tra due settimane a Montecarlo, ma per il Gran Premio successivo, in programma in Canada il 9 giugno: "Il nostro obiettivo è fornire ai team degli pneumatici con le stabilità del 2012 e le prestazioni del 2013 - ha proseguito il direttore Motorsport Pirelli - Daremo meno stress alle gomme, in modo da avere un minor consumo ed una durata maggiore".

Il problema è nato nel corso dei test di febbraio e marzo: "Sono stati insufficienti, perché non le vetture non provano nelle condizioni di gara, ma con temperature decisamente più basse. Le scuderie sono d'accordo con noi, nel volere test più lunghi ed in diversi luoghi". Hambery è comunque ottimista: "Ora, comunque, abbiamo determinato il problema e siamo determinati a risolverlo il più presto possibile".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail