McLaren potrebbe tornare alla tinta arancio in F1

La McLaren potrebbe sposare l’arancione nel prossimo futuro. Ad aprire le porte alla prospettiva di recuperare il colore simbolo del marchio è Martin Whitmarsh, che non esclude la possibilità.

Anche se le monoposto del team di Woking si presentano in griglia dal 1997 in livrea argentata, non è questa la veste tradizionale da gara della McLaren, che ha sposato l’arancione come tinta iconica sin dalle gare Can-Am degli Sessanta, come ricorda il sito di Motorsport.

Ora quell’abito potrebbe essere ripreso, ma occorre un concorso di fattori prima ciò diventi possibile. Un primo passaggio potrebbe essere rappresentato dalla probabile interruzione dopo il 2014 del rapporto di collaborazione con la Mercedes, che fornisce i motori alle monoposto d’oltremanica.

Whitmarsh ha detto a Barcellona che il passaggio ai propulsori Honda nel 2015 è al momento solo un’ipotesi, ma il fatto che non venga smentita dice a tutti che non è una cosa campata in aria.

Interpellato sulla possibilità che il cambio di fornitore e la probabile partenza del title sponsor Vodafone offra una chance per un ritorno al classico arancione, il boss del team di Woking ha così risposto sul sito russo di F1 news: “Mi piace molto l'idea. Questo è un colore che appartiene al nostro apparato genetico. Lo usiamo sulle Gran Turismo da corsa e ci piace tanto. Noi continueremo a muoverci in questa direzione. Certo, in Formula 1 il quadro è un po’ diverso, perché il modello di business moderno gioca molto sulla pubblicità, con le vetture come tela per promuovere i marchi dei nostri partner, ma se siamo abbastanza fortunati da trovare uno sponsor che ama l’arancione, potremmo assistere a una bella sorpresa”.

Foto | Motorsport.com

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: