GP Monaco F1, albo d'oro della gara di Montecarlo

Solo pochi giorni ci separano ormai dal Gran Premio di Monaco di Formula 1, che è pronto a ripetersi nella sua magia, per consegnare emozioni speciali agli amanti del motorsport.

Gp Monaco F1 ambiente

L'appuntamento, ricco di fascino, si svolge sulle strade cittadine del Principato, tra yacht da nababbi, casinò reali, boutique da sogno ed hotel esclusivi. La cornice diventa ancora più coinvolgente quando ci si avvicina alla sfida, che richiama tanti personaggi famosi, provenienti da ogni angolo del pianeta.

Il salotto di Ranieri ospita il confronto più glamour del campionato e proietta il Circus in un mondo da favola. Ma agli appassionati interessano altri aspetti, più strettamente connessi all'agonismo sportivo. Teatro della sfida è un circuito stretto e tortuoso, che consegna il ricordo di un automobilismo romantico, in un'epoca fatta di impianti avveniristici, spesso privi di fascino. La sua fisionomia non è mutata negli anni, perché certe icone vanno custodite. I suoi punti di riferimento sono leggendari.

Sul piano statistico, il successo numero uno porta la firma di Juan Manual Fangio, che vinse l'edizione iniziale del 1950, al volante di un'Alfa Romeo. Il primato di vittorie appartiene ad Ayrton Senna, con sei sigilli nel palmares. Anche Michael Schumacher è messo bene, occupando il secondo posto insieme a Graham Hill, con cinque successi all'attivo. Fernando Alonso vanta una doppietta. Tra le squadre quella messa meglio è la McLaren, con 15 affermazioni. Monaco è la "corsa-roulette" per antonomasia. Tante le sorprese possibili. Vedremo come andrà a finire questa volta.

GP Monaco F1, albo d'oro

01. 1950 J Fangio – Alfa Romeo
02. 1955 M Trintignan – Ferrari
03. 1956 S Moss – Maserati
04. 1957 J Fangio – Maserati
05. 1958 M Trintignan – Cooper Climax
06. 1959 J Brabham – Cooper Climax
07. 1960 S Moss – Lotus Climax
08. 1961 S Moss – Lotus Climax
09. 1962 B McLaren – Cooper Climax
10. 1963 G Hill – BRM
11. 1964 G Hill – BRM
12. 1965 G Hill – BRM
13. 1966 J Stewart – BRM
14. 1967 D Hulme – Brabham Repco
15. 1968 G Hill – Lotus Ford
16. 1969 G Hill – Lotus Ford
17. 1970 J Rindt – Lotus Ford
18. 1971 J Stewart – Tyrrell Ford
19. 1972 J Beltoise – BRM
20. 1973 J Stewart – Tyrrell Ford
21. 1974 R Peterson – Lotus Ford
22. 1975 N Lauda – Ferrari
23. 1976 N Lauda – Ferrari
24. 1977 J Scheckter – Wolf Ford
25. 1978 P Depailler – Tyrrell Ford
26. 1979 J Scheckter – Ferrari
27. 1980 C Reutermann – Williams Ford
28. 1981 G Villeneuve – Ferrari
29. 1982 R Patrese – Brabham Ford
30. 1983 K Rosberg – Williams Ford
31. 1984 A Prost – McLaren TAG
32. 1985 A Prost – McLaren TAG
33. 1986 A Prost – McLaren TAG
34. 1987 A Senna – Lotus Honda
35. 1988 A Prost – McLaren Honda
36. 1989 A Senna – McLaren Honda
37. 1990 A Senna – McLaren Honda
38. 1991 A Senna – McLaren Honda
39. 1992 A Senna – McLaren Honda
40. 1993 A Senna – McLaren Ford
41. 1994 M Schumacher – Benetton Ford
42. 1995 M Schumacher – Benetton Renault
43. 1996 O Panis – Ligier Mugen Honda
44. 1997 M Schumacher – Ferrari
45. 1998 M Hakkinen – McLaren Mercedes
46. 1999 M Schumacher – Ferrari
47. 2000 D Coulthard – McLaren Mercedes
48. 2001 M Schumacher – Ferrari
49. 2002 D Coulthard – McLaren Mercedes
50. 2003 J Montoya – Williams BMW
51. 2004 J Trulli – Renault
52. 2005 K Raikkonen – McLaren Mercedes
53. 2006 F Alonso – Renault
54. 2007 F Alonso – McLaren Mercedes
55. 2008 L Hamilton - McLaren Mercedes
56. 2009 J Button - Brawn Mercedes
57. 2010 M Mark Webber Red Bull-Renault
58. 2011 S Vettel Red Bull-Renault
59. 2012 M Webber Red Bull-Renault

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail