F1, Sauber confida nella soluzione dei problemi al retrotreno

Alla Sauber sono convinti di aver fatto dei progressi sul piano della stabilità del retrotreno della loro monoposto, che ha mortificato le aspirazioni del team elvetico in questo primo scorcio della stagione agonistica 2013.

In Spagna è giunta una nuova ala posteriore, che sembra aver migliorato il quadro, anche se molto lavoro resta ancora da fare, per raggiungere lo stato di forma sperato.

Il capo designer Matt Morris pensa che sia state poste le basi per un continuo miglioramento. Questo è quanto emerge dalle sue parole su Autosport.com: “Possiamo ritenerci sulla buona strada. Gli ultimi aggiornamenti hanno funzionato ed è bello quando si è sulla via d’uscita dai problemi. Certo, ancora si tratta di un piccolo passo, ma è un segnale incoraggiante, che certifica la bontà del percorso intrapreso”.

In realtà, le qualifiche della sfida di Barcellona sono state negative, ma in gara, anche se è stata mancata la top ten, sono emersi dei segnali incoraggianti, che danno fiducia al gruppo. Ecco il pensiero di Morris: “Abbiamo ottenuto dei dati in crescita durante la corsa, ma è chiaro che dobbiamo lavorare sodo per ottenere più prestazioni dalla vettura. Abbiamo molta roba in cantiere”. Nuovi aggiornamenti sono previsti per il Gran Premio di Monaco, dove si potranno misurare i frutti degli ulteriori interventi.

Resta il fatto che fino ad oggi le cose non sono andate nel modo sperato. Nico Hulkenberg ammette che l’inizio della stagione agonistica 2013 non è stato buono per la Sauber, ma dice che il suo team ha ancora tempo per migliorare.

Dopo i quattro podi dello scorso anno, ci si aspettava molto dalla squadra di Hinwil, ma le prestazioni offerte in questo primo scorcio di campionato non sono state all’altezza delle aspettative.

Il miglior risultato è l’ottavo posto del tedesco nel Gran Premio di Malesia di Formula 1. Poi è c’è stato il punto singolo raccolto in Cina: davvero poca roba, rispetto alle previsioni.

Hulkenberg non si nasconde dietro il classico dito e, in un’intervista a Motorsport-Magazin, esprime in modo sincero il suo stato d’animo. Ecco le sue parole, riportate da Planet F1: “Non siamo ovviamente felici, né io né la squadra, ma la stagione è ancora lunga e il suo destino non è già scritto. Vuol dire che dovrò aspettare ancora prima che arrivi il mio tempo. Non sono il solo in questa condizione”.

Nico è fiducioso sul potenziale della Sauber, ritenendo che i prossimi sviluppi possano regalare tono al profilo prestazionale del team, portandolo magari al successo in una o più gare.

Il pilota tedesco, entrato nella formazione di Hinwil all’inizio della stagione 2013, dopo aver lasciato la Force India, si trova nell’infelice condizione di vedere la sua vecchia squadra in vantaggio su quella attuale: 32 punti contro 5 in classifica costruttori.

Si potrebbe dire che il cambio di tuta non ha pagato, ma è ancora troppo presto per giudizi di questo tipo, anche perché i numeri non sempre raccontano tutto. Nico crede che le cose possano cambiare ed è ottimista in tal senso, come si evince dalle sue parole, riportate da F1 Times: “Il mio obiettivo è il successo, ma non sono venuto qui per dire che stiamo andando a vincere ogni gara, dal momento che la prospettiva è irrealistica. Ho detto che l’obiettivo principale del 2013 è quello di migliorare la vettura, per farne uno strumento in grado di portarci a punti ogni fine settimana, magari regalandoci pure il piacere del gradino più alto del podio in una o più circostanze. La C32 ha un potenziale nascosto che merita di essere tirato fuori. Sono convinto delle sue doti”.

Ricordiamo che il bolide svizzero, motorizzato Ferrari, è stato svelato a febbraio nella località di Hinwil, dove il team ha la sua struttura tecnica e produttiva. Si presenta allo sguardo con un muso "semiscalinato" e le sue dinamiche in pista sono governate dallo stesso Hulkenberg e dal messicano Esteban Gutierrez. Riferendosi a quest’ultimo, Hulkenberg dice: “Lui è un rookie ed ha solo bisogno di tempo per entrare nella giusta sintonia. Guadagnerà esperienza e diventerà sicuramente migliore”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail