F1, Chilton: Sono in Formula 1 grazie al mio talento

Max Chilton alza la voce e zittisce le malelingue. "Sono in Formula 1 grazie al mio talento - spiega il 22enne -. Da mio padre Grahame ho ricevuto aiuto solo nelle categorie juniores, ma non gli ho mai chiesto aiuto per sbarcare nella massima categoria".

2013_max_chilton

“Sono in Formula 1 per diventare un pilota di successo e magari anche Campione del Mondo. So di essere bravo a sufficienza”. Questo passaggio si configura come il più interessante e schietto dell’intervista rilasciata da Max Chilton al Telegraph (ripresa da PlanetF1), nel quale il pilota inglese alza la voce e risponde alle accuse di chi lo ritiene solo un figlio di papà. L’espressione ‘kid rich’ mi ha accompagnato nel corso di tutta la mia carriera – spiega il 22enne della Marussia, figlio del proprietario del team Carlin –. Ho imparato a non prestare attenzione a queste dicerie. Sono pura spazzatura, sono carburante che mi spinge a guidare ancora meglio. Sono un pilota e corro in un team con persone che credono in me”.

Il quotidiano inglese sottolinea poi come il padre Grahame non sponsorizzi direttamente il figlio, ma abbia recitato un ruolo attivo per trovare i tredici sponsor che oggi compaiono sulla sua tuta. Max ha poi rivelato che l’approdo in Formula 1 rappresenta “l’unica fase in cui non volevo che (mio padre, nda) mi aiutasse. “Non ne abbiamo mai nemmeno parlato – spiega il ragazzo di Reigate –. Lui è sempre stato appassionato di corse ed io ho sempre voluto vincere. Chiaramente sono diventato pilota di livello anche grazie al suo aiuto, ma nessuno nelle categorie juniores ha mai sfondato senza uno sponsor munifico”.

Max Chilton è figlio di Grahame, proprietario della scuderia Carlin e vice-presidente del gruppo assicurativo britannico Aon, gigante da oltre 62.000 dipendenti ed oltre 11 miliardi di dollari di fatturato. Max ha corso per tre stagioni nelle scuderie del padre, guadagnandosi risultati più che soddisfacenti: nella F3 inglese ha chiuso in 4° posizione, nelle GP2 Series ha invece terminato prima in 20° e poi in 4° posizione.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: