Mosley risarcito di oltre 80.000 euro per l'articolo sulla sua orgia sadomaso

La dominatrice di Mosley Dai e dai, Max Mosley una piccola vittoria è riuscita a ottenerla in merito allo scandalo uscito in seguito alla sua orgia sadomaso che ha incrinato pericolosamente la sua immagine e la sua vita privata. Ma Mosley è uno che di certo non molla, e la sua vendetta è puntualmente arrivata: ha vinto la sua causa contro il magazine che pubblicò per primo le immagini del suo incontro.

Il giudice infatti, con una decisione che non ha precedenti, ha stabilito che la privacy dell’uomo è stata violata senza motivo perché la notizia "non aveva un interesse pubblico". E se per caso non lo ricordaste, il presidente della Federazione Internazionale di Automobilismo era stato messo alla berlina dal domenicale britannico News of the world quando, nel marzo scorso, aveva rivelato di un’orgia a sfondo nazista che lo vedeva protagonista con cinque prostitute.

Ma Mosley ha subito intrapreso un azione legale contro il News of the World ed è stato riconosciuto un risarcimento di circa 100 mila euro, una cifra non da capogiro ma che rappresenta una vittoria simbolica per il boss della F1. Ma ciò non toglie che la notizia dell’orgia nazista abbia fatto il giro del mondo.

Una telecamera nascosta aveva, infatti, rivelato dettagli molto piccanti della serata passata in un appartamento di lusso a Chelsea: frustini, catene per polsi e caviglie, spogliarelli e divise a strisce in stile prigioniero. La cosa più inquietante è che Mosley contava le frustate ricevute in tedesco, il che aveva fatto gridare a una scenografia in stile nazista.

Mosley, nel processo, aveva ammesso le sue «perversioni sessuali» negando però ogni riferimento a Hitler e alla sua ideologia. "Quell’articolo mi ha rovinato la vita". Il giudice gli ha dato ragione.

via | Corriere