F1 – GP Monaco 2013: il commento di Alonso e Vettel

Fernando Alonso si dimostra realistica ed immagina una gara priva di soddisfazioni. "La Formula 1 è imprevedibile" spiega, ma nemmeno lui crede ad un piazzamento di prestigio. Tranquillo invece Sebastian Vettel, davanti ai principali avversari iridati.

fernando_alonso_monaco_gp_2013

Fernando Alonso non si trincera o schermisce dietro inutili giri di parole. La delusione è troppo cocente per essere nascosta. “Penso che domani affronteremo una gara estremamente complicata – il suo punto di vista –. La sesta posizione non è certo quella da cui tutti vorrebbero partire per contendersi la vittoria. In Formula 1 nulla è impossibile, ma è davvero improbabile che domani lotteremo per un successo”. Per questo motivo Alonso si concentra su un obiettivo di più facile portata. “Devo almeno finire davanti ai miei avversari diretti, ovvero Sebastian (Vettel, nda) e Kimi (Raikkonen, nda). Questo è un risultato che posso ottenere – commenta il pilota asturiano –. Parto al fianco di Kimi e Sebastian è solo una fila avanti. La situazione non è irreparabile”.

Realista anche il commento di Sebastian Vettel. “Sapevamo che le Mercedes erano estremamente veloci, specie nel giro secco – commenta il pilota tedesco della Red Bull –. Ci manca più di un decimo. Pensavo che lo avrei recuperato oggi, ma ciò non è accaduto”. Vettel si concede anche un po’ di autocritica. “Se c’è qualcuno da incolpare… beh, quel qualcuno sono io. L’auto era davvero valida ed io ho commesso un errore nel giro conclusivo – prosegue il campione del mondo –. E’ comunque positivo sapere che Kimi e Fernando sono alle mie spalle. La terza posizione è quindi un risultato da non disprezzare”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail