GP Monaco F1 2013: le qualifiche di Montecarlo viste da Pirelli

Come abbiamo visto, le prove di qualificazione del Gran Premio di Monaco di Formula 1 si sono chiuse nel segno della Mercedes. La pole position è andata a Nico Rosberg, che mette a segno la terza partenza al palo consecutiva.

Il pilota tedesco della "stella" ha siglato il crono di riferimento su P Zero Red supersoft, scelto da Pirelli insieme al P Zero Yellow soft per la sfida di Montecarlo.

La prestazione ottenuta dall'alfiere delle frecce d'argento risulta di alto profilo, perché di quasi mezzo secondo più rapida di quella che lo scorso anno permise a Michael Schmacher di collocarsi nella migliore posizione di partenza.

La pioggia, caduta all’inizio della Q1, ha spinto tutti i piloti ad iniziare la sessione con il Cinturato Green intermediate. Anche nella seconda frazione questa si è rivelata la scelta più congrua.

Van der Garde è stato il primo a passare alle gomme slick, seguito poi da tutti gli altri, a soli cinque minuti dalla fine. Sebastian Vettel, su Red Bull, ha segnato il miglior tempo in Q2 con la supersoft, proprio al termine della sessione.

Nella Q3 i protagonisti del Circus hanno montato da subito gomme slick, supersoft. La pole position è stata decisa negli ultimi secondi, quando Rosberg ha strappato il primato al compagno di squadra Lewis Hamilton. Il tedesco della Mercedes è stato il più veloce in tutte le sessioni di prove libere del Gran Premio di Monaco quest’anno.

Ecco il resoconto di Paul Hembery, direttore Motorsport Pirelli: "La qualifica ha avuto un inizio difficile poiché i piloti, per la prima volta dall’inizio del weekend, sono dovuti scendere in pista con condizioni di bagnato, senza sapere realmente quale era il livello di grip. In generale abbiamo visto che la pista è diventata più veloce con il passare del tempo, rendendo i tempi di ogni giro di qualifica assolutamente cruciali".

"Come al solito -aggiunge il manager inglese- la posizione in griglia sarà la chiave per ottenere un buon risultato in gara, ma c’è sempre la possibilità di utilizzare una strategia creativa per guadagnare qualche posto, soprattutto se le condizioni meteo saranno ancora così incerte. Ci aspettiamo di vedere ancora una maggiore evoluzione della pista. Se i piloti sceglieranno di fare una o due soste dipenderà dalla velocità della loro monoposto e dalla posizione da cui partiranno: il degrado e l’usura non saranno un problema su questa pista".

Le mescole più veloci della FP3

1. Rosberg 1m14.378s Supersoft Nuova
2. Grosjean 1m15.039s Supersoft Nuova
3. Vettel 1m15.261s Soft Nuova

Mescola usata dai Top 10

Rosberg Supersoft 1m13.876s
Hamilton Supersoft 1m13.967s
Vettel Supersoft 1m13.980s
Webber Supersoft 1m14.181s
Raikkonen Supersoft 1m14.822s
Alonso Supersoft 1m14.824s
Perez Supersoft 1m15.138s
Sutil Supersoft 1m15.383s
Button Supersoft 1m15.647s
Vergne Supersoft 1m15.703s

Via | Pirelli.com

  • shares
  • Mail