F1, Chilton: Mi dispiace per l'incidente di Maldonado

Max Chilton si cosparge il capo di cenere e porge le proprie scuse a Pastor Maldonado, che lo stesso pilota inglese mandò fuori pista durante il GP di Monaco. "Mi sono scusato - il suo commento -. Devo ringraziarlo perché non ha mostrato alcun astio".

pastor_maldonado_monaco_crash

Max Chilton si è pubblicamente scusato con Pastor Maldonado, in seguito all’incidente verificatosi durante il GP di Monaco. Veicolo del proprio dispiacere è il periodico Autosport, con cui il pilota inglese si è recentemente confessato. “Ho incontrato Pastor per accertarmi che stesse bene. Devo ringraziarlo perché non ha mostrato alcun astio – commenta il pilota inglese –. La mia manovra non era certo intenzionale o volontaria, ma devo comunque scusarmi perché sono il responsabile della sua uscita di pista”. “I commissari hanno ritenuto che io fossi il responsabile – prosegue –. Ho fiducia in loro, perché dalla macchina non si può interpretare un episodio come guardandolo davanti ad una televisione”.

Chilton spiega poi la dinamica dell’incidente. “Tutto è iniziato quando Gutierrez è arrivato lungo alla chicane in fondo al tunnel – racconta il pilota della Marussia –. Ho pensato che fosse opportuno lasciarlo scorrere e poi accodarmi. Sapevo della presenza di altre vetture, dietro di me ed alla mia destra, in ritardo di circa 10 metri. Sono quindi rimasto a centro carreggiata. La curva 12 è arrivata velocemente ed io ero concentrato nel percorrerla”. Chilton non si è quindi accorto che Maldonado lo stava sorpassando. Inavvertitamente gli ha quindi tagliato la strada e lo ha mandato a muro, per fortuna senza conseguenze.

Il pilota inglese è stato punito con un drive through ed ha terminato il GP di Monaco in 14° posizione, suo miglior risultato stagionale. Nelle precedenti gare raccolse una 16°, due 17e, una 19° ed una 20° posizione.

  • shares
  • Mail