F1, Button: Alonso pensa al mondiale, non alle singole gare

"I coraggiosi sono sempre destinati ad ottenere buoni risultati a Monaco, anche se il margine fra coraggio e qualcos’altro risulta decisamente labile”. Jenson Button giustifica così la gara di Fernando Alonso, deludente ma comunque utile in prospettiva campionato.

jenson_button_2013

Jenson Button non è sorpreso dal recente settimo posto di Fernando Alonso, conquistato al termine del GP di Monaco. L’ex campione del mondo è infatti convinto che il pilota spagnolo abbia voluto evitare qualsiasi tipo di rischio e contatto, accontentandosi così di 6 miseri punti. Il motivo è facile da intuire. “Fernando sta combattendo per la conquista del mondiale. Questo emerge dal modo in cui ha guidato – spiega il pilota della McLaren, intervistato dalla Press Association Sport –. La sua gara testimonia quali e quante differenze vi siano fra chi lotta per i 25 punti e chi per il titolo. I coraggiosi sono sempre destinati ad ottenere buoni risultati a Monaco, anche se il margine fra coraggio e qualcos’altro risulta decisamente labile”.

“Fernando è un pilota intelligente – prosegue Button –. Sono convinto che il settimo posto non lo abbia certo soddisfatto”. L’inglese ha poi dedicato alcune battute al compagno di scuderia Sergio Perez, autore di alcuni sorpassi decisamente energici. “La manovra nei miei confronti è stata buona – il suo commento, utile per smorzare qualsiasi tipo di polemica –. Non me l’aspettavo e mi ha colto di sorpresa. D’ogni modo qualcuno ritiene che mi abbia spinto un po’ troppo”.

I sei punti hanno comunque aiutato Fernando Alonso a rosicchiare qualche lunghezza nei confronti del suo primo avversario, ossia Kimi Raikkonen (solo 10°): la distanza fra i due si è ridotta ad 8 lunghezze. Mantiene la leadership Sebastian Vettel, in fuga con 107 punti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail