F1: la Lotus difende Grosjean, Valsecchi aspetta

L'incidente di Montecarlo ha riproposto il problema 'incidenti' per il francese, ma per ora la scuderia di Enstone non prende in considerazione il cambio di guida.

Romain Grosjean è tornato nuovamente al centro delle polemiche, per l'incidente con Ricciardo a Montecarlo. La FIA l'ha penalizzato di dieci posizioni in griglia in Canada, mentre in molti si fanno domande sul francese, dopo i problemi già causati nel campionati scorsi. La Lotus, almeno per il momento, difende il proprio driver: "Non ha niente a che vedere con l'anno scorso - ha detto Eric Boullier, il team principal - E' un po' impulsivo, perché vuole avere successo".

Si era parlato, subito dopo il post gara del Principato, di una possibile sostituzione con il terzo pilota Davide Valsecchi, ma la scuderia smentisce: "Parlerò con Romain - ha proseguito Boullier - e rivedremo quello che è successo. Gli consiglierò di tenere il passo e mi assicurerò mantenga il controllo, come ha fatto nella prima parte della stagione". Effettivamente, dopo tutti i botti di un anno fa, quello di Monaco è il primo episodio importante del campionato 2013.

Il pilota italiano è in attesa, visto che potrebbe sicuramente entrare in gioco, nel caso l'irruenza del transalpino prendesse nuovamente il sopravvento. Tra l'altro, vista la competitività della monoposto in questa stagione, la scuderia di Enstone vuole provare a lottare anche per il titolo costruttori. E, per fare ciò, è ovviamente obbligatorio che entrambe le vetture arrivino con costanza sotto la bandiera a scacchi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: