F1, individuato il segreto dei progressi Renault?

Renault R28

In Formula Uno osservare il comportamento dei rivali è una prassi ovvia e normale. Lo diventa ancora di più quando qualche scuderia regitra dei miglioramenti improvvisi, difficili da spiegare.

E' il caso dei progressi compiuti recentemente dalle Renault, cresciute sia in qualifica che in gara. Questo nonostante le monoposto francesi non abbiano subito particolari step evolutivi.

La spiegazione va allora ricercata nella capacità di far lavorare in modo ottimale le coperture della Bridgestone, molto sensibili ai parametri di esercizio.

Per capirne il segreto gli avversari hanno valutato con la lente d'ingrendimento l'azione di Fernando Alonso e Nelson Piquet, scoprendo uno strano comportamento che potrebbe dare una motivazione alle crescita prestazionale delle vetture francesi.

Gli alfieri della Régie, nelle tre fasi delle qualifiche, percorrono una serie di tornate a ritmo piuttosto blando, per poi lanciarsi improvvisamente nella ricerca del tempone.

Questo, a giudizio di alcuni osservatori, equivarrebbe a un trattamento termico supplementare per le coperture, che migliorerebbe il grip nelle qualifiche e la costanza in gara.

Facile immaginare che se la magia ha simili connotati, anche gli altri team provvederanno (presto) ad esercitarla.

Via | Paddock.it

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: