F1 - GP Canada 2013, Pat Fry: “Incognita meteo”

Ieri le cose non sono andate troppo bene per la Ferrari, che ha mancato gli obiettivi della vigilia nelle prove di qualificazione del Gran Premio del Canada di Formula 1.


In una sessione influenzata dalle condizioni meteo, Fernando Alonso ha guadagnato il sesto posto in griglia, che non è certo il massimo per lui e per la scuderia del “cavallino rampante”. Peggio ancora è andata a Felipe Massa, costretto a scattare dal sedicesimo posto, per una sbavatura di guida dovuta alle condizioni non ottimali della pista dedicata a Gilles Villeneuve.

Con queste premesse la gara odierna si fa più difficile per gli uomini di Maranello, ma l’impianto di Notre Dame offre le premesse per una dinamica meno vincolata dalle posizioni in griglia.

Pat Fry non fa mistero delle difficoltà: “La sessione di qualifica di Montreal è stata estremamente complicata. Ad influenzarne l’esito ha provveduto la variabilità delle condizioni meteorologiche. In situazioni come queste per i piloti è di fondamentale importanza riuscire a fare il giusto numero di tentativi in tutte e tre le fasi di cui si compone il turno. A tale scopo abbiamo dedicato grande attenzione ai carichi di benzina, oltre alla migliore scelta degli pneumatici da utilizzare su una pista in continua evoluzione a causa della pioggia intermittente. Proprio con il warm-up delle gomme abbiamo avuto qualche problema, in più su questo tracciato l’asfalto è meno abrasivo. Per questo motivo è stato ancora più difficile trovare il feeling giusto”.

Non tutto, però, è compromesso, come sottolinea il direttore tecnico della Ferrari: “Fortunatamente qui è possibile effettuare sorpassi e dalla sua posizione di partenza Fernando potrà certamente provare ad attaccare. Per Felipe sarà più difficile perché scatterà dalle retrovie, ma nelle ultime gare abbiamo sempre avuto un buon passo e speriamo che in gara il tempo ci conceda quella tregua necessaria a tirare fuori tutto il nostro potenziale”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail