Schumacher: “Nessun pentimento per il ritiro dalla Formula 1”

Il fuoriclasse tedesco si è ormai ritirato a fine scorsa stagione: "Ora faccio il commentatore privato per mia moglie, sono molto felice"

Sono ormai passati oltre sei mesi dall’ultimo giro di pista di Michael Schumacher, nel Mondiale di Formula 1. Il fuoriclasse tedesco, dopo 91 vittorie e 7 titoli iridati, ha lasciato il circus al termine della scorsa stagione: “Non mi sono pentito nemmeno per un istante – ha detto al quotidiano tedesco Bild – Se ci fosse stata almeno la possibilità di lottare per il titolo con la Mercedes, la decisione avrebbe potuto essere diversa”.

Invece, con la scuderia tedesca, ha ottenuto al massimo un terzo posto (Gp Europa 2012) ed una collezione di risultati deludenti e non in linea con la sua straordinaria carriera. Così, ha deciso di lasciare ed, attualmente, non è legato a nessun ruolo nella Formula 1, dedicandosi alla propria famiglia: “Sono il commentatore privato per mia moglie – ha scherzato l’ex ferrarista – Sono molto felice”.

Tuttavia, qualche contatto è ovviamente rimasto vivo, anche dopo il ritiro, e “alcune persone della Mercedes e della Ferrari mi tengono aggiornato”, sul dietro le quinte del circus, in questa stagione 2013. Schumi è, comunque, già tornato in pista, con una dimostrazione sulla Mercedes 2011 al Nordschleife e lo farà nuovamente anche in futuro: “Non sarà l’ultima volta che mi siederò su una Freccia d’Argento”.

  • shares
  • Mail