F1, McLaren: Whitmarsh contrario a un calendario a 21 gare

Martin Whitmarsh esprime la sua contrarietà a un calendario della Formula 1 esteso a 21 gare. Secondo lui una carrellata così fitta di impegni sarebbe troppo dura per le squadre.

L’arrivo del New Jersey e della Russia sembra andare nella direzione di un allungamento dell’annata sportiva, che non è certo la cosa migliore, almeno secondo il team principal della McLaren.

Anch’io la penso allo stesso modo, sia per la mole di lavoro cui verrebbero sottoposti gli uomini del Circus, sia perché diluire il campionato su un numero maggiore di appuntamenti aiuterebbe l’approccio ragionieristico, riducendo lo spettacolo in pista. Già sono tanti i Gran Premi del 2013, quindi non vedo perché aumentarli ulteriormente. L’unica giustificazione è di ordine economico, ma solo da un angolo visuale, quello di Ecclestone.

Whitmarsh crede che per il prossimo anno si stia profilando un evento di troppo. Ecco le sue parole, riportate dal sito di EspnF1: “Non so se ci saranno davvero 21 gare, spero di no. Sarebbe una prospettiva molto difficile da sostenere e digerire. L’impegno delle squadre diventerebbe troppo gravoso. Negli ultimi anni ci si è spinti troppo avanti”. Condivido in pieno!

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail