F1, Hulkenberg vuole una monoposto per vincere

La Sauber C32 non si è ancora dimostrata competitiva. Nico Hulkenberg accusa questa mancanza e rimpiange di non poter lottare per traguardi più ambiziosi, ma è comunque consapevole che molti piloti hanno faticato a lungo prima di imporsi. Uno su tutti? Jenson Button.

2013_nico_hulkenberg

Le prestazioni della Sauber C32 non rispecchiano le aspettative di Nico Hulkenberg, che ha recentemente espresso il proprio disappunto nei confronti di una monoposto ancora non competitiva. “E’ una situazione difficile. L’auto non è veloce come speravamo, ma così è la vita” spiega il pilota tedesco, che poi sviluppa il proprio pensiero. “In alcune scuderie molti colleghi non riescono ad esprimere il loro vero potenziale – prosegue –. Jenson (Button, nda) ha corso per sei anni fra BAR ed Honda, senza mai conseguire risultati degni di nota”.

“Queste situazioni possono ovviamente accadere, ma in quanto pilota mi auguro di poter guidare un’automobile che sia valida e competitiva – spiega Hulkenberg, intervistato da Autosport –. Devo essere paziente. Io e tutti i componenti del team stiamo comunque lavorando per risolvere la situazione e rendere l’auto più veloce. C’è ancora tutta la seconda parte di stagione, nella quale sicuramente ci riscatteremo”. “Sono fiducioso, ma dobbiamo ancora valutare quali e quanti miglioramenti introdurremo” la sua amara conclusione.

Nico Hulkenberg ha per ora raccolto solo 5 punti, frutto dell’ottavo posto in Malesia e del decimo in Cina.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail