GP Gran Bretagna F1 2013, un rapporto felice con la Ferrari

La Ferrari si prepara ad affrontare il Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1, che andrà in scena a breve distanza dalla sede operativa di ben otto delle undici squadre iscritte al Mondiale.

La tappa inglese del calendario iridato si svolgerà nel weekend alle porte, con lo storico appuntamento di Silverstone. Qui, nel 1950, si tenne la prima gara del campionato del mondo della specialità.

L'anno dopo, sulla stessa pista, ricavata in un vecchio aeroporto, la Ferrari ottenne la sua prima vittoria nel Circus, con José Froilán González al volante. Ora, a pochi giorni di distanza dalla scomparsa del pilota argentino, la casa di Maranello punta a raccogliere un buon risultato, anche per omaggiare il suo vecchio interprete.

Come ricorda il sito ufficiale della scuderia italiana, nella sfida britannica il “cavallino rampante” detiene il primato in termini di vittorie, con sedici sigilli maturati nel corso degli anni. Il primo di questi, ottenuto a Silverstone, ha aperto la strada a un cammino glorioso, che conta 221 successi nella massima competizione automobilistica.

Oltre a Gonzales, altri due argentini hanno portato la Ferrari sul gradino più alto del podio nel Regno Unito: Juan Manuel Fangio nel 1956 e Carlos Reutemann nel 1978. Sono stati i piloti tedeschi, però, a conquistare il maggior numero di successi (4): uno per Wolfgang von Trips (1961), tre per Michael Schumacher (1998, 2002 e 2004). Gli altri piloti della “rossa” che si sono imposti in questa gara sono stati Alberto Ascari (1952 e 1953), Peter Collins (1958), Niki Lauda (1976), Rubens Barrichello (2003), Kimi Raikkonen (2007) e Fernando Alonso (2011). Lo spagnolo riuscirà a ripetersi?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail