Toyota Racing in piazza d'onore alla 24 Ore di Le Mans 2013

La 24 Ore di Le Mans 2013 si è chiusa in modo luminoso per Toyota Racing, che ha messo all’incasso un ottimo secondo posto, a breve distanza dall’Audi dei vincitori.

Il piccolo divario dalla linea di testa nasce dal buon lavoro condotto dalla casa nipponica, in una gara estenuante che ha sottoposto i team e i piloti a un’immensa quantità di lavoro.

A finire in piazza d’onore è stata la TS030 HYBRID numero 8, condotta in pista da Anthony Davidson, Sébastien Buemi e Stéphane Sarrazin, che hanno interpretato in modo egregio le difficoltà della sfida della Sarthe.

Buono anche il quarto posto finale della vettura numero 7 dello stesso marchio, affidata alla gestione di Alex Wurz, Nicolas Lapierre e Kazuki Nakajima (nella foto). Come abbiamo riferito in altre occasioni, la classica maratona d’oltralpe è stata segnata dal continuo cambiamento delle condizioni meteo, che ha reso il tracciato molto difficile, imponendo a più riprese l’ingresso in pista della safety car.

Il secondo piazzamento di domenica scorsa eguaglia il miglior risultato ottenuto da Toyota sul circuito di Le Mans nel 1992 (con la TS010), nel 1994 (con la 94C-V) e nel 1999 (con la TS020).

Ovvia la soddisfazione degli uomini della casa nipponica, a cominciare dal team president Yoshiaki Kinoshita: “Prima di tutto voglio congratularmi con Audi per la vittoria, è stato straordinario lottare con loro in una gara così emozionante. Sono orgoglioso del nostro risultato: ci siamo comportati da squadra. L’esito del confronto è figlio del grande lavoro svolto. Sono felice del risultato, ma il mio sogno resta quello di vincere a Le Mans, ecco perché voglio tornare qui il prossimo anno con un’auto ancora più forte”.

La gioia dell’equipaggio vincente è rappresentata al meglio dalle parole di Stéphane Sarrazin: “Questo è un grande risultato per il team e un grande incoraggiamento per il futuro. Abbiamo lavorato tantissimo. Posso dire che ciascuno di noi ha sempre dato il massimo, in qualsiasi momento. La macchina si è comportata egregiamente: non abbiamo avuto problemi di nessun tipo, dimostrando grande affidabilità. Siamo felici del risultato e orgogliosi del team, dei meccanici e degli ingegneri. Sono contento di far parte di questa squadra, mi sento molto fortunato”.

Via | Toyota-motorsport.com

  • shares
  • Mail