GP Gran Bretagna F1 2013: il resoconto Ferrari di Alonso e Massa

In un Gran Premio di Gran Bretagna fortemente segnato dal problema gomme, con diverse esplosioni in corso d’opera, la Ferrari ha buoni motivi per gioire, nonostante l’imprevisto della stessa natura patito da Felipe Massa e dalla sua “rossa”.

A Silverstone, infatti, la scuderia di Maranello ha messo a segno un terzo posto con Fernando Alonso che permette allo spagnolo di recuperare terreno in classifica conduttori, grazie al ritiro di Sebastian Vettel e della sua Red Bull.

Questo non significa che i problemi della F138 siano spariti, ma le cose sono andate meglio di quanto le indicazioni della vigilia lasciavano intendere sulla pista d’oltremanica.

Come abbiamo visto, la corsa ha vissuto momenti di tensione, legati ai problemi sugli pneumatici. Su questo fronte si impongono rapide soluzioni, prima del prossimo appuntamento in Germania, perché qui entra in ballo il tema della sicurezza. Pirelli è già al lavoro per scoprire le cause e applicare i rimedi.

Pat Fry, direttore tecnico della Ferrari, si esprime in questi termini parlando della gara di ieri: “Abbiamo limitato i danni”. Anche se il rendimento della monoposto di Maranello è migliorato rispetto alle prove di venerdì e sabato, bisogna dare fondo a tutte le energie per risolvere o ridimensionare i problemi del bolide italiano. Ecco le parole di Fry: “Nel breve tempo concesso da qui al prossimo appuntamento in Germania cercheremo di lavorare con metodo su tutti gli aspetti che possono aiutarci a migliorare le nostre prestazioni, cercando di trovare il giusto compromesso per qualifiche e gara, perché come abbiamo visto, i punti si fanno la domenica”.

Comprensibile la soddisfazione di Alonso per l’esito della gara di ieri, frutto di una prestazione superba da parte sua. Ecco le parole del pilota spagnolo, riportate dal sito ufficiale del “cavallino rampante”: “Se prima della gara mi avessero detto che sarei salito sul podio non lo avrei creduto possibile. In qualifica eravamo finiti indietro e nelle nostre aspettative per questa gara c’era un quinto o un sesto posto, nella speranza di guadagnare il maggior numero di punti possibili. Dopo un fine settimana difficile era inimmaginabile pensare di recuperare tanto, ma adesso dobbiamo cercare di migliorare già dalla gara in Germania. Solo lì capiremo se abbiamo effettivamente fatto un passo indietro oppure se quanto accaduto qui è un caso isolato”.

Questo il resoconto di Felipe Massa, giunto sesto al traguardo, dopo la paura per la gomma esplosa: “Sono molto soddisfatto della mia gara, questa volta è stata davvero impeccabile. Dopo una partenza fantastica e un giro perfetto – forse uno dei migliori della mia carriera – sono riuscito a fare un primo stint all’attacco. Al decimo giro, quando mi trovavo in piena curva, il mio pneumatico posteriore sinistro ha ceduto e sono rientrato ai box. Dopo questa sosta forzata mi sono ritrovato in ultima posizione e da lì per me è iniziata una grande rimonta, fatta di numerosi e bellissimi sorpassi. Senza il problema alla gomma avrei avuto l’occasione di salire sul podio, perché oggi avevo un buon feeling con la macchina e sia io che Fernando abbiamo dimostrato di essere in grado di lottare con i primi”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail