Gp Ungheria F1, la Ferrari si prepara alla sfida di Budapest

La Ferrari si prepara ad affrontare il Gran Premio d’Ungheria di Formula 1, decimo atto del calendario agonistico 2013.

L’appuntamento di Budapest è atteso con molta curiosità dai tifosi e dagli addetti ai lavori, che vogliono ipotizzare in modo più preciso i possibili scenari futuri.

Il round magiaro sarà ospitato sul circuito dell'Hungaroring, con la sua planimetria stretta e tortuosa, senza frenate importanti, dove i sorpassi sono estremamente difficili, anche se nel 2003 il rettilineo principale è stato allungato.
Poi è prevista una lunga pausa estiva, con un salto di 28 giorni prima della corsa successiva, in programma a Spa-Francorchamps, in Belgio, sul finire del mese di agosto.

La sfida ungherese, giunta alla ventottesima edizione, è una tappa familiare del circuito iridato, anche grazie alla lunga sequenza ininterrotta di gare andate in scena su questo tracciato.

Nella cornice magiara Felipe Massa si rese protagonista di uno spaventoso incidente nell’edizione 2009, rischiando la propria vita in una sfortunata situazione operativa. Per fortuna oggi il pilota brasiliano del “cavallino rampante” può raccontare quell’episodio, da cui si è ripreso pienamente.

Inevitabile un suo riferimento alla cosa, nelle sue dichiarazioni pubblicate sul sito ufficiale della scuderia di Maranello: “Il Gran Premio di Ungheria è un evento molto speciale per me. Mi riporta alla mente un sacco di ricordi. Ovviamente ce ne sono alcuni negativi relativi al mio incidente, ma allo stesso tempo anche di positivi, visto che oggi sono ancora qui alla vigilia della gara di Budapest in perfetta salute e pronto a dare il massimo. Amo i tifosi ungheresi e dopo il mio incidente ho avuto ancora più supporto da questi appassionati. L'Ungheria è un posto dove sono sempre contento di tornare. Naturalmente spero di poter fare una bella gara questo fine settimana”.

I tifosi sperano che gli interpreti della “rossa” guadagnino un buon risultato all’Hungaroring, ma la pista non sembra premiare troppo la F138, specie in virtù del passo che tiene in qualifica. Qui, infatti, scattare indietro significa avere minime possibilità di sorpasso, ecco perché gli uomini della Ferrari dovranno fare il possibile affinché Massa e Fernando Alonso guadagnino una buona posizione in griglia. In realtà ci provano da tempo, senza troppi frutti, ma ora dovranno riuscirci nei fatti e non solo nei propositi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail