Gp del Brasile: Massa vince, Alonso secondo Hamilton quinto e Campione del mondo 2008

Hamilton campione del mondo 2008

Finale a limitatore quello della Formula1 2008 come abbiamo visto oggi. Incertezza assoluta fino all'ultimo, tanto che dopo il traguardo hanno festeggiato due box insieme, anche se uno era nella reale condizione di poterlo fare. Ed era quello McLaren, perchè se elipe Massa ha vinto il GP del Brasile, Lewis Hamilton èarrivato quinto.

Che era poi il risultato minimo ed indispensabile per laurearsi campione del mondo del 2008: facile a dirsi, un po' meno a raccontarsi, e difficilissimo a farsi. Perchè dietro a tutto questo c’è la storia del GP forse più indimenticabile ed emozionante della storia di questo sport. Lo stesso che oggi ha eletto il più giovane iridato del suo albo d’oro.

Un campione degno - in quanto tale - ma che anche oggi è stato sull’orlo di una seconda clamorosa batosta come l’anno scorso quando a due giri dalla fine si è visto togliere il quinto posto da Sebastian Vettel.

Perchè le corse sono appunto beffarde: danno e tolgono a loro piacimento, e oggi una diabolica regia aveva infatti scatenato la pioggia a 5 tornate dal traguardo. Risultato: Lewis è sembrato andare in bambola ancora una volta. Ha sbagliato una frenata e Vettel gli si è messo davanti.

Il che lo rendeva perdente, ancora una volta, con un sesto posto che avrebbe dato il titolo a Massa, l'uomo del sogno, l'eroe trasformatosi in Paperino quando alla penultima curva Vettel e Hamilton hanno passato la Toyota di Glock che non si era fermato a cambiare le gomme.

E allora l’incredibile è diventato realtà: il titolo è finito nelle mani di Lewis in questo concitato, pazzesco finale con gente esultante sia al box Ferrari, sia al box McLaren. Emozioni comprensibili quando ci si gioca tutto così.

Ma poi rimane l'amaro, quella sensazione di aver fatto tutto ma che non è bastato. Tanto che in Ferrari non rimane altro che consolarsi col titolo iridato costruttori. Ma senza archiviare in fretta questa sconfitta, perchè come abbiamo già detto oggni non ha perso il titolo più importante perché Hamilton ha chiuso quinto dietro ad Alonso, Raikkonen e Vettel.

Ha perso il titolo piloti per i tanti piccoli errori e problemi che durante l’anno hanno determinato questa classifica: oggi Hamilton il suo lavoro lo ha fatto. Bastava arrivare quinto e così, sia pur rocambolescamente, è stato.

Il problema a Maranello è stato quello di arrivare a questa gara in questa situazione è stato obiettivamente decisivo. E i rimpianti sono enormi come la delusione di Felipe sul podio. Massa ha disputato la stagione migliore della sua vita, ha vinto 6 GP, uno in più del rivale. E lla F2008 anche oggi ha dimostrato di essere la vettura globalmente migliore.

Tutti inutile però: il campione è un altro, è Hamilton, giovane pupillo da oggi forse ancora meno amato da molti ma pur sempre campione. E meritatamente. Perché come già successo in Cina Lewis ha innanzitutto sconfitto i fantasmi e dribblato tutte, ma proprio tutte le trappole disseminate sui 71 giri di questa folle corsa.

E questa volta il punto in più ce l’ha lui: l’incubo è diventato sogno. Complimenti Lewis. Segue la cronaca e la calssifica finale della gara.

La gara:
1° giro - Partiti! In testa la Ferrari di Massa, pista bagnata ma asciutta in alcuni punti. Hamilton è quarto. Safety car in pista per l'incidente tra Piquet e Coulthard.
2° giro - Hamilton ha alle spalle Vettel e Alonso. In testa Massa su Trulli e Raikkonern.
4° giro - Altro passaggio dietro alla Sfaety car che ha spento le luci. Si parte!
5° giro - Grande controsorpasso di Alonso a Kovalainen. Vettel attacca Hamilton che prova ad avvicinare Raikkonen.
6° giro - Massa procede veloce in testa, Trulli si difende da Raikkonen, Hamilton sembra tenere bene dietro Vettel. La pista inizia ad asciugarsi
9° giro - Pit stop per Button e Rosberg. Pit stop per Vettel e Alonso che rischiano le gomme da asciutto.
10° giro - Pit stop per Massa e la Mclaren prova le gomme da asciutto con Kovalainen.
11° giro - Pit stop anche per Trulli, Raikkonen e Hamilton che riparte dietro a Vettel. Alonso e Trulli.
15° giro - Il trio di testa si allontana. Hamilton attacca e passa Fisichella in fondo al rettilineo d'arrivo.
19° giro- Situazione: Massa, Vettel e Alonso vicini. Poi Raikkonen e Hamilton a 4 secondi.
20° giro - Attacco di Glock a Bourdais che esce e rientra.
25° giro - Situazione invariata con Massa davanti a Vettel, Alonso e Raikkonen. Hamilton ha Glock alle spalle. Kovalainen passa Trulli. Pit stop per Vettel.
27° giro - Massa procede bene con Alonso a distanza. Poi Raikkonen, Hamilton, Glock.
33° giro - Massa spinge, Alonso si stacca. Poi Raikkonen a 14" e Hamilton a 20".
37° giro - Pit stop per Massa.
39° giro - Pit stop per Alonso e Hamilton.
41° giro - Raikkonen al comando ma deve fermarsi, Massa secondo. Pit stop per Kovalainen e Hamilton torna quinto.
43° giro - Pit stop per Raikkonen.
45° giro - Massa procede tranquillo, Hamilton sembra gestire la posizione che per ora gli darebbe il titolo.
47° giro - Vettel si avvicina a Massa ma dovrà fermarsi un'altra volta.
50° giro - Pit stop di Vettel che riparte dietro a Hamilton.
52° giro - Massa prosegue al comando davanti ad Alonso, Raikkonen e Hamilton.
53° giro - Vettel si avvicina a Hamilton.
58° giro - Potrebbe arrivare la pioggia nel finale, situazione di grande tensione.
62° giro - Ci sono segnalazioni che inizia a piovere.
65° giro - Pioggia fortem pit stop per Raikkonen, Hamilton e Vettel. Poi il giro dopo di Massa. Incredibile finale.
67° giro - Tutto ancora aperto perché Glock non si è fermato e Hamilton ha Vettel alle spalle.
69° giro - Clamoroso soprasso di Vettel a Hamilton!
71° giro - Vittoria di Massa, Hamilton quinto campione del mondo! Massa, Alonso, Raikkonen, Vettel, Hamilton, Glock e Kovalainen. Ferrari campione del mondo costruttori.

Formula1 - GP del Brasile - Classifica Finale
Pos Pilota Team Tempo
1. Massa Ferrari (B) 1h47:00:000
2. Alonso Renault (B) + 13.298
3. Raikkonen Ferrari (B) + 16.235
4. Vettel Toro Rosso (B) + 38.011
5. Hamilton McLaren-Mercedes (B) + 38.907
6. Glock Toyota (B) + 44.368
7. Kovalainen McLaren-Mercedes (B) + 55.074
8. Trulli Toyota (B) + 1:08.433
9. Webber Red Bull-Renault (B) + 1:19.666
10. Heidfeld BMW Sauber (B) + 1 giro
11. Kubica BMW Sauber (B) + 1 giro
12. Rosberg Williams-Toyota (B) + 1 giro
13. Button Honda (B) + 1 giro
14. Bourdais Toro Rosso-Ferrari (B) + 1 giro
15. Barrichello Honda (B) + 1 giro
16. Sutil Force India-Ferrari (B) + 2 giri
17. Nakajima Williams-Toyota (B) + 2 giri
18. Fisichella Force India-Ferrari (B) + 2 giri

via | Gazzetta

  • shares
  • Mail
144 commenti Aggiorna
Ordina: