Gran Prix Macao F3: poca fortuna per Ombra Racing



Atto finale del 55th Macau Grand Prix con la gara di quindici giri al termine della quale sarebbe stato assegnato il prestigioso trofeo, in pratica il campionato del mondo in gara unica di formula 3, al vincitore.

Anche oggi i primi km di corsa sono stati quelli che hanno determinato le sorti della contesa. Subito dopo la partenza, nel rettilineo che precede la curva Mandarin, c‘è stato un incidente tra Streit e Bird che ha creato un po’ di scompiglio nel gruppo. Winslow, che era partito bene, ha saputo evitare contatti con gli altri concorrenti, purtroppo giunto alla curva Lisboa si è trovato la strada ostruita dalla vettura di Ericsson che aveva urtato le barriere.

Ha ripreso la corsa oltre la ventesima posizione, ha recuperato cinque posizioni nei successivi tre giri, poi forzando per ridurre il gap da chi lo precedeva, si è disunito alla curva Police, finendo la sua gara contro il rail nel corso del sesto giro.

Uguale destino per Matsushita, molto scaltro a leggere le situazioni nel corso delle movimentate prime fasi di gara, è transitato addirittura dodicesimo al termine del primo giro, ma ha commesso un errore ritirandosi al termine della sesta tornata di gara.

Un po’ di rammarico a fine gara nel box Ombra Racing - Hartley e Maki, rispettivamente terzo e quarto sotto la bandiera a scacchi, in griglia di partenza erano dietro Matsushita, mentre Vanthoor, schierato a fianco di Winslow, ha chiuso sesto - ma anche la consapevolezza di aver dimostrato sul campo competitività e professionalità in un contesto internazionale prestigioso come Macao.

Si conclude così un’annata intensa e ricca di soddisfazioni per la squadra di Chignolo d’Isola, ora qualche giorno di meritato riposto dopo il tour de force asiatico, poi ci si concentrerà sulla prossima stagione.

Massimo Pollini, Direttore Tecnico: “Ho ripetuto sino alla noia in questi giorni che Macao nasconde insidie dal primo metro percorso nelle prove libere alla bandiera a scacchi della gara finale.

Oggi c’erano i presupposti per chiudere la stagione con un grande risultato, ci è mancato un pizzico di fortuna, ma la squadra ha dimostrato di essere in grado di competere a livello internazionale. Stasera festeggeremo alla grande un anno davvero intenso, poi, tra qualche giorno, cominceremo a lavorare in ottica 2009.”

Ordine di arrivo Gara Finale
1. Keisuke Kunimoto
2. Edoardo Mortara +1"710
3. Brendon Hartley +4"006
4. Mika Maki +8"442
5. Renger Van der Zande +10"276
6. Laurens Vanthoor +12"975
7. Oliver Turvey +13"134
8. Walter Grubmuller +14"695
9. Jules Bianchi +18"725
10. Jaime Alguersuari +20"801
11. Jon Lancaster +20"898
12. James Jakes +21"418
13. Cheng Cong Fu +22"404
14. Max Chilton +22"604
15. Kazuya Oshima + 23"930
16. Daniel Campos Hull +24"997
17. Atte Mustonen +33"744
18. Nicola De Marco +46"527
19. Kei Cozzolino +48"270
20. Michael Ho +51"739

Ritirati
6° giro - James Winslow
6° giro - Masaki Matsushita

Via | Comunicato Stampa

  • shares
  • Mail