F1, Romain Grosjean: "Ho fatto dei progressi, ma i numeri non li raccontano"

Romain Grosjean crede che la sua stagione agonistica 2013 sia stata migliore di quello che i risultati lasciano intendere.

Lui è convinto di aver disputato la prima metà dell’anno in modo molto più incisivo che nel 2012, anche se in termini di punti si trova indietro.

Forse gli prude di più il fatto di dover guardare da lontano il compagno di squadra Kimi Raikkonen, che lo precede con abbondante margine di vantaggio nei suoi confronti.

Secondo lui, il ritardo di classifica rispetto allo scorso anno è imputabile solo a circostanze sfortunate, che gli hanno sbarrato la strada.

Ecco le parole di Grosjean su Autosport: “Penso che sia stato un concorso di elementi a decretare un punteggio che non riflette la mia crescita prestazionale sul 2012”.

Ricordiamo che Romain difende in pista i colori della Lotus, insieme al compagno di squadra Kimi Raikkonen. Il pilota svizzero con passaporto francese è nato a Ginevra il 17 aprile 1986. Anche lui fa il suo esordio nel mondo del karting, prima di sbarcare nel campionato elvetico di Formula Renault 1.6, dove brilla come un astro nascente. Poi passa alle categorie maggiori, fino al debutto, nel 2008, in GP2 Asia Series, dove vince il campionato su una monoposto del team ART.

Difende gli stessi colori in GP2, giungendo quarto in classifica finale. Fa ancora meglio l’anno dopo, lottando per la leadership, fino a quando non esce fuori dalla categoria per fare il suo sbarco in Formula 1, nelle file della Renault, dove già era collaudatore. Il suo debutto nel Circus avviene nel 2009, a Valencia, in occasione del Gran Premio d’Europa, dove prende il posto del controverso Nelson Piquet Junior. La stagione è incolore, per i limiti della macchina e della sua esperienza.

Non viene confermato nel 2010 ed è costretto a lasciare il posto al russo Vitaly Petrov. Ri-torna nelle categorie propedeutiche e vince il titolo GP2 nel 2011, prima del nuovo rientro nel Circus, datato 2012. Ora difende i colori della Lotus, insieme a Kimi Raikkonen. Il resto è storia recente.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail