La dinamica delle nuove monoposto secondo Pedro de la Rosa

pedro de la rosa

Pedro de la Rosa, che ha testato la McLaren Mercedes e la Force India con gli accorgimenti del 2009, narra le sensazioni raccolte nella guida. Questo può aiutare gli appassionati a capire i cambiamenti in termini di comportamento derivanti dalle modifiche regolamentari introdotte dai vertici della Federazione.

Riferendosi al nuovo quadro dinamico, lo spagnolo dice: "E’ molto diverso. Ovviamente le gomme slick offrono più grip e anche se gireremo con meno appoggi aerodinamici, dovremmo avere un livello di aderenza simile a quello che avevano finora. Ma è l’equilibrio del treno posteriore che cambierà perché gli pneumatici anteriori sono molto efficaci in ingresso di curva e quelli posteriori offrono un’ottima motricità all’uscita dalle svolte".

"Per semplificare le cose -aggiunge de la Rosa- le gomme slick dovrebbero farci guadagnare del tempo nelle curve lente, ma dovremmo essere più lenti in quelle rapide a causa della riduzione del carico aerodinamico. Questo agevolerà i sorpassi, ma non trasformerà il Circus nel MotoGP. Malgrado la riduzione degli appoggi aerodinamici, l’introduzione del KERS e delle gomme slick, la F1 rimarrà sempre la F1. Fuori traiettoria sarà sempre sporco, bisogna che la gente lo capisca".

"Tuttavia -conclude il pilota iberico- queste modifiche vanno nella giusta direzione. La difficoltà principale è che ci sono molti cambiamenti e l’anno prossimo avremo a disposizione poche prove private. Quindi sarà difficile affinare le regolazioni della vettura tra due gare. Comunque sarà interessante anche se non avremo il tempo necessario per testare tutto".

Via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: