F1, Marussia spera di entrare fra i primi dieci in classifica costruttori

Gli uomini della Marussia puntano a chiudere la stagione nella top ten, perché in caso contrario il team non riceverà alcun premio in denaro dalla FOM.

La squadra russa ha bisogno assolutamente di cogliere l’obiettivo, molto importante in termini finanziari.

Lo dice chiaramente il team principal John Booth, in un’intervista parzialmente ripresa da Planet F1: “Ci dirigiamo verso la seconda parte della stagione puntando a chiudere fra i primi dieci nel Campionato Costruttori. Siamo profondamente concentrati su quello che dobbiamo fare ogni volta per essere sicuri di raggiungere l’obiettivo. La sfida inizia di nuovo questo fine settimana a Spa, che è una delle nostre piste favorite”.

Riordiamo che a partire dal prossimo anno la Marussia disporrà di motori Ferrari a spingere le sue monoposto. La casa del “cavallino rampante” ha guadagnato la preferenza, rispetto all’alternativa rappresentata dalla Mercedes. In entrambi i casi, come per la Renault del resto, i prezzi dell’erogazione cresceranno nel 2014, ma il propulsore di Maranello sembra più conveniente di quello della “stella”.

Mettendo da parte il fattore emotivo, per Marussia risparmiare sui costi è una priorità, visto il budget risicato di cui dispone. La decisione è stata presa tenendo in debita considerazione questo aspetto, come si capisce dalle parole pronunciate qualche giorno prima dell’intesa dell’amministratore delegato Andy Webb: “E’ chiaro che il prezzo sarà un fattore importante, per l’esborso sarà molto più alto rispetto ad oggi”.

A fine anno, quindi, si interromperà il rapporto di collaborazione con Cosworth, dopo la rinuncia della factory britannica ad impegnarsi nella costruzione del V6 sovralimentato di 1.6 litri imposto dalle nuove regole.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail