Parte a Silverstone il FIA GT 2006



Parte, è il caso di dire "finalmente", questo weekend, il campionato FIA GT. Gli interrogativi del lungo autunno 2005 sembrano dietro le spalle, a giudicare dall'ampio numero di team che hanno risposto all'appello. Trenta sono gli equipaggi iscritti a questa prima prova, così divisi: 12 in GT1, 17 in GT2, 1 in G2.
In GT1 solo una vettura ha più di un anno di corse alle spalle, mentre il parco piloti presenta quasi esclusivamente professionisti. Si riducono a due le Maserati MC12, schierate per ora dal solo team Vitaphone, mentre si assiste ad un massiccio arrivo di Aston Martin DB9R, ben sei il totale, messe in campo da BMS Scuderia Italia (2 auto), Race Alliance (2 Auto), Cirtek e Phoenix Racing. Completano il quadro la Corvette C6R, che sostituisce la versione precedente in seno alla GLPK Carsport; le due Saleen S7R di Zakspeed e Balfe e la Lamborghini Murcielago della B-Racing.
Le due Maserati, quasi tutte le Aston e la Corvette punteranno fin dall'inizio alla vittoria, mentre un punto interrogativo su prestazioni e/o affidabilità riguarda le Saleen e la Lamborghini. La Saleen di Zakspeed potrebbe essere la sorpresa del weekend, viste le grandi prestazioni messe in mostra nelle prove libere finora svolte, e visto che ha terminato (vincendo) una quattro ore del campionato olandese verso la fine della scorsa stagione.
Gli equipaggi della Vitaphone saranno Bartels-Bertolini e Biagi-Davies, tutti piloti velocissimi e ormai "veterani" della coupè modenese. La voglia di riscatto per il mondiale perso in extremis nel 2005 sarà il primo carburante di questo team.
Piccini e Deletraz, dopo le fatiche di Ercole passate con Lister e Ferrari 575, hanno finalmente l'occasione di misurarsi coi migliori, al volante di una nuovissima Aston, e all'interno di un team superprofessionale (ex Opel nel DTM e nella 24 Ore del Ring).
Formazione supercompetitiva, e quasi interamente italiana, per il ritorno in grande stile della BMS Scuderia Italia, team di punta dell'Aston Martin: Gollin-Babini e Pescatori-Malucelli-Ramos sono le formazioni che sono chiamate a guidare la muta delle verdone di Newport Pagnell.
Tra gli equipaggi più forti della classe da segnalare la coppia austriaca Wendlinger-Peter, su una delle Aston Race Alliance. Non dovrebbe partecipare a tutto il campionato la coppia Christophe Bouchut e David Brabham, con l'Aston della Cirtek, ma intanto potrebbero "accontentarsi" di vincere tutte la gare a cui partecipano.
In casa GLPK Carsport si dovrà cercare di evitare gli errori e i malintesi che hanno condizionato la stagione passata, vedi la squalifica di Spa. Per il resto non manca niente, da una fresca Chevrolet C6, ad un equipaggio che funziona ormai come un meccanismo perfetto.
La classe GT2 scoppia di salute dopo il cambio di regolamento, che imporrà delle penalizzazioni agli equipaggi troppo vincenti. Sono 9 le Porsche GT3 chiamate a confrontarsi con ben 6 Ferrari 430. Il team di punta di Stoccarda è quest'anno la lariana Ebimotors, e oltre a tutti gli ultimi sviluppi della casa, potrà contare su equipaggi tra i migliori in assoluto tra le due classi: Moccia-Busnelli e Riccitelli-Collard. E' italiano al 50% un altro dei più forti equipaggi Porsche: su una delle vetture della Renauer, Luca Moro affianca ancora il Piranha Wolfgang Kaufmann.
Quanto ai team "maranellosi" AF Corse (praticamente ufficiale) e Scuderia Ecosse rivestiranno un ruolo di primo piano, mentre la JMB, a meno di sorprese nella composizione dell'equipaggio n.55 (ancora non rivelato), dovrebbe avere un ruolo più "defilato". Matteo Bobbi, che correrà insieme a Rui Aguas per la AF, è per ora l'unico italiano in Ferrari. Tra gli avversari più pericolosi avranno proprio i compagni di team Mika Salo e Jaime Melo.
Potrebbe ovviamente emergere vincitrice, da una battaglia che si preannuncia molto divertente, la sola Panoz del Team LNT, mentre la Nissan 350Z della RJN non dovrebbe essere altrettanto veloce delle migliori Porsche e Ferrari.
In attesa che torni una Mosler, la classe G2, riservata alle auto non ancora omologate FIA, vedrà la partecipazione della sola Gillet Vertigo della Belgian Racing. A meno di grandi sviluppi intervenuti durante l'inverno, la coupè belga dovrebbe mescolarsi al centro del gruppo delle GT2, relativamente lontana dalle Porsche Ebimotors e dalle Ferrari.
Diretta su SKY Sport alle 14.15 (Europeo GT3 su Nuvolari TV alle 11.45)

Elenco dettagliato iscritti, foto e risultati su www.fiagt.com















  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: