F1, Lotus pianifica a lungo termine dopo il divorzio da Raikkonen

Inutile girarci attorno con fantasiosi giochi di parole: il divorzio di Kimi Raikkonen è stato traumatico per la Lotus, che ha visto crollare una delle sue certezze.

Dopo lo smarrimento iniziale, nel team di Enstone si guarda al futuro, con una prospettiva a lungo termine, abbracciati dalla fiducia nel potenziale di un gruppo di lavoro di qualità, che potrebbe rendere bene anche senza Iceman, come si evince dalle riflessioni su Planet F1.

Resta il fatto, però, che la partenza di quest’ultimo, dopo un paio d’anni abbastanza felici, è un duro colpo, anche in termini “estetici”, per la Lotus, come sottolinea il boss del team Eric Boullier: “La sua decisione di andare verso altri lidi sta facendo male alla nostra immagine, perché la combinazione di Kimi con il nostro marchio, dentro e fuori pista, è perfetto”.

Raikkonen, del resto, è un personaggio, anche se non è uno splendido davanti alle telecamere, per il carattere chiuso ed introverso. Rinunciarvi è una ferita aperta, ma con il tempo dovrebbe sanarsi, per questo la Lotus guarda al futuro, con la speranza di inquadrare nuovi sentieri, magari luminosi.

Per il sedile lasciato vuoto dall’ex campione del mondo si fanno i nomi di Nico Hulkenberg e Felipe Massa, ma ancora non ci sono notizie ufficiali. Una cosa è certa: la scelta non cadrà sul pilota con la valigia più piena. Boullier è chiaro a tal proposito: “Sceglieremo in base al merito e non al denaro. Quest’ultimo parametro sarà indifferente sulla nostra decisione. Vogliamo impostare un piano convincente sul lungo termine, con le persone giuste al posto giusto”. Mi sembra un approccio votato alla saggezza di chi punta in alto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail