ALMS Houston: vittoria per l'Audi R8 di Capello e McNish


Gli avversari dell'Audi nell'ALMS,principalmente il team Dyson, dovevano approfittare delle poche gare corse ancora dall'Audi R8, per guadagnare punti preziosi da difendere quando sarebbero tornate le R10.
La "vecchia" corazzata di Ingolstadt non sarà più la più veloce, ma continua ad avere un'affidabilità a tutta prova, e così i suoi piloti, Capello e McNish, hanno "solo" dovuto approfittare dei problemi tecnici degli avversari.
Le stesse Porsche Spyder LMP2 di Penske, in grado di prendere il comando assoluto durante la gara, escono con le ossa rotte, ancora per problemi di affidabilità, e la classe P2 viene ancora conquistata dalla Lola AER del Team Intersport, seppur alle prese con un motore sfiatato.
Sono così le Corvette GT1 ufficiali a conquistare secondo e terzo posto assoluti, con la vettura di Gavin-Beretta davanti alla sorellina di Fellows-O'Connell.
Riscossa delle Porsche in GT2, con le auto di Alex Job Racing e Flying Lizard, che si impongono sulla Ferrari 430 di Risi.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: