Lotus F1, Boullier ammette che i soldi peseranno sulla scelta piloti

Purtroppo una valigia carica di denaro può incidere nella scelta della line-up anche delle squadre più forti, facendo male alla purezza agonistica che si vorrebbe in uno sport come la Formula 1.

Eric Boullier ammette che i soldi portati in dote possono ancora giocare un ruolo sulla scelta del nome del prossimo compagno di squadra di Romain Grosjean alla Lotus.

Il team principal del gruppo di Enstone ha dichiarato a più riprese che il cuore lo spinge verso Nico Hulkenberg, considerato da lui la scelta migliore, ma il manager francese ammette che le finanze possono giocare una parte di primaria importanza nelle decisioni da prendere per sostituire Kimi Raikkonen, destinato ad affrontare la prossima stagione agonistica nei colori Ferrari.

L’altro driver in corsa per il sedile della Lotus è Pastor Maldonado, che a differenza del giovane tedesco, privo di sponsor di sostanza, porta in dote le risorse della compagnia petrolifera venezuelana PDVSA. Questo potrebbe incidere sulla geografia della formazione futura della scuderia d’oltremanica.

Ecco cosa ha detto Boullier in un’intervista alla BBC, parzialmente ripresa da Planet F1: “Ho bisogno di decidere se mi posso permettere un pilota. L'idea è quella di portare stabilità alla squadra. Stiamo lavorando per un pacchetto finanziario solido, ma mi piacerebbe avere anche i migliori piloti. L’attenzione principale, però, va alla squadra. In tal senso sono importanti le risorse, per salvarne il destino, almeno a un certo livello”. Come dire: da un lato c’è il cuore, dall’altro bisogna guardare i conti. Speriamo che possano vincere le prime ragioni.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail