F1, Marussia medita sulla futura line-up

La stagione agonistica 2013 volge al termine, quindi le squadre di Formula 1 si preparano a fare le scelte sulla line-up del prossimo anno. Anche la Marussia è fra queste.

Il direttore sportivo Graeme Lowdon ammette in un’intervista a Sky Sport, parzialmente ripresa da Planet F1, che non è facile decidere se andare avanti nel segno della continuità o se effettuare modifiche alla formazione piloti.

In questo caso, il sedile traballante sarebbe quello di Max Chilton, dal momento che Jules Bianchi è stato confermato per il 2014. Il giovane pilota britannico potrebbe fare i conti con la concorrenza di Kevin Magnussen e di diversi piloti con un certo bagaglio di esperienza sulle spalle.

Questi ultimi avrebbero la corsia preferenziale, se le parole di Lowdon hanno il senso letterale della loro sequenza: “I grandi cambiamenti regolamentari all’orizzonte ci spingono a ritenere che una line-up che viri maggiormente verso la maturità professionale possa regalare un giovamento alla nostra squadra”.

Gli uomini del team di Banbury, però, esprimono apprezzamento per il lavoro condotto dai piloti attuali, che si sono comportati molto bene, pur essendo dei rookie. Si profila una scelta difficile, con molte variabili da considerare. Per questo non si ha fretta nella decisione, che comunque non tarderà ad arrivare.

Ricordiamo che a partire dal prossimo anno la Marussia disporrà di motori Ferrari a spingere le sue monoposto. La casa del “cavallino rampante” ha guadagnato la preferenza, rispetto all’alternativa rappresentata dalla Mercedes. In entrambi i casi, come per la Renault del resto, i prezzi dell’erogazione cresceranno nel 2014, ma il propulsore di Maranello sembra più conveniente di quello della “stella”.

Mettendo da parte il fattore emotivo, per Marussia risparmiare sui costi è una priorità, visto il budget risicato di cui dispone. La decisione è stata presa tenendo in debita considerazione questo aspetto, come si capisce dalle parole pronunciate qualche giorno prima dell’intesa dell’amministratore delegato Andy Webb: “E’ chiaro che il prezzo è stato un fattore importante, ma l’esborso sarà più alto rispetto ad oggi”.

A fine anno, quindi, si interromperà il rapporto di collaborazione con Cosworth, dopo la rinuncia della factory britannica ad impegnarsi nella costruzione del motore imposto dalle nuove regole. Continuerà, invece, l'intesa con Bianchi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail