Lotus, Quantum non ha rimpianti per la partenza di Raikkonen

Quantum Motorsports insiste nel dire che la partenza di Kimi Raikkonen per la Ferrari non produce rimpianti in casa Lotus.

Certo, dopo che gli eventi si sviluppano in un certo modo è più facile dire determinate cose, ma credo che il team di Enstone le abbia provate tutte per cercare di trattenere il pilota finlandese.

Secondo me ci sono stati pure dei momenti di frustrazione nella squadra d’oltremanica che però, giustamente, deve guardare al futuro. Da qui a dire che l’addio di Iceman sia quasi indolore ce ne passa, almeno a mio avviso.

La pensano in modo diverso i manager del gruppo di investimento che ha acquistato una partecipazione del 35% in seno alla Lotus. Per fortuna chiarisce meglio il quadro Mansoor Ijaz, boss di Quantum, quando ammette che gli sarebbe piaciuto trattenere l’ex campione del mondo, pur ritenendosi felice della scalata azionaria in presenza di uno scenario diverso da quello attuale.

Non è escluso che i ritardi nell’operazione effettuata dal suo gruppo abbiano inciso sulla scelta di Raikkonen, ma la storia si scrive con i fatti, non con i dubbi. Ecco le parole di Ijaz ad Autosport, parzialmente riprese da Planet F1: “Ho un enorme rispetto per Kimi come pilota, mi piace anche la sua personalità. Non ho però rimpianti. Viviamo in un mondo in cui molte cose accadono fuori dal nostro controllo. Abbiamo fatto quello che potevamo, ma i cicli delle decisioni non sempre corrispondono”.

Ora si profila un futuro comunque luminoso, con Nico Hulkenberg all’orizzonte. Gli uomini di Quantum Investiment augurano un futuro felice a Raikkonen alla Ferrari, ma sono pronti a giocarsi al meglio le loro carte, per far splendere i colori della Lotus.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: