Reclamo in F1: tre team sotto la lente di ingrandimento

polemiche

Era già nell'aria e con la puntualità di un orologio svizzero è arrivato il reclamo contro il profilo estrattore di Brawn GP, Williams e Toyota, esteso oltre misura per l'interpretazione opinabile di una lacuna regolamentare. Il ricorso porta la firma di Red Bull, Renault e Ferrari, che mettono sotto i riflettori della giustizia sportiva la scelta aerodinamica dei rivali.

I tre team auspicano dei provvedimenti immediati contro i destanatari dell'accusa. Anche la Bmw Sauber si è unita al reclamo, ma in ritardo, venendo così esclusa dal blocco degli attori. I convenuti, chiamati in causa dall'accusa, sono stati invitati dai commissari della Fia, per una riunione in direzione gara. Qui si ascolteranno i rappresentanti di Williams, Toyota e Brawn GP, prima di assumere una decisione.

Il verdetto non dovrebbe tardare, ma la cosa più probabile è che il collegio giudicante rigetti l'istanza, anche in relazione al parere favorevole dato in fase di progettazione dal delegato tecnico Charlie Whiting. A prescindere dall'esito, chi non vedrà accolte le proprie ragioni verosimilmente si appellerà, mettendo in sospeso l'esito del Gran Premio di Melbourne, il primo della stagione. Un quadro che non aiuta ad avvicinare il pubblico alla Formula 1.

Via | Gazzetta.it

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: