F1: Lotus, le 18 regole ironiche per la stagione 2014

Il team di Enstone ha risposto così alla Fia, dopo l'introduzione del nuovo regolamento con i doppi punti nell'ultima gara

Tra le scuderie di Formula 1, sicuramente, la Lotus è quella che si è più contraddistinta nell’ultima stagione sui social network, come l’immagine su Raikkonen su Twitter, nel giorno del passaggio del finlandese alla Ferrari. Il team di Enstone ha colpito ancora e, questa volta, nel mirino c’è la Federazione internazionale ed il nuovo regolamento per la stagione 2014. Evidentemente il doppio punteggio nell’ultima gara non è piaciuta al team e, sempre tramite Twitter, ha diffuso un elenco di 18 regole bizzarre per la prossima stagione.

Il risultato è sicuramente molto divertente, visto che si tratta di proposte ironiche, con l’obiettivo di prendere in giro la FIA ed il nuovo regolamento. Si passa dall’obbligo di partenza dall’ultima posizione per chi ha un cane di nome Roscoe (Hamilton, ndr), al pit-stop senza meccanici a cui sarà costretto Vettel, concludendo con il ‘giro doppio al bar’ per chi riuscirà a battere il campione del mondo. In pista ha chiuso al quarto posto, ma su internet la Lotus ha sicuramente vinto il mondiale della simpatia e dell’originalità.

Ecco le 18 regole ‘proposte’ dalla Lotus:

1) Ogni pilota con un cane di nome “Roscoe” dovrà partire dal fondo della griglia. Solo nei giorni pari e non verrà applicata ad aprile

2) Ogni pilota che celebrerà il compleanno nel giorno delle qualifiche, riceverà la pole position, 10 punti ed un giro nel box Ferrari

3) Ogni pilota che risponderà con “sicuramente” nella conferenza stampa, sarà schiaffeggiato. Sempre.

4) Ogni pilota che effettuerà dei donuts alla fine della gara, dovrà mangiare lo stesso numero di ciambelle (Donuts, in americano), nel corso della conferenza stampa post gara.

5) Ogni pilota che avrà intenzione di avere un nuovo taglio di capelli, dovrà informare tutte le squadre almeno tre giorni prima o verranno applicate zavorre sulla sua monoposto

6) Ogni squadra che userà hashtag divertenti, dopo il 2013, sarà denunciato per ilarità illegale e riceverà una pesante multa

7) Ogni pilota dovrà rispondere, ad un messaggio maleducato dai box, in maniera altrettanto, o maggiormente, maleducata.

8) Tutti i manager dei piloti sarà costretto a dire la verità sul suo assistito almeno in un Gran Premio. E che sia la verità, nient’altro che la verità.

9) Il team che disegnerà la vettura più brutta della stagione, verrà penalizzato con il 15% del totale dei punti conquistati.

10) Ogni squadra con una star dei reality come ospite in una gara, sarà obbligata a correre il Gp con al volante la stessa star

11) Ogni squadra con più di quattro membri del personale che hanno avuto, in passato, il titolo “Direttore tecnico” saranno obbligati a disegnare la propria macchina solo utilizzando Lego.

12) Ogni dispositivo che consentirà di aggirare un cavillo regolamentare sarà accettato solo se avrà un bel nome. “Stingarary 2000 Optimiser” è accettato, ‘Keith’ no.

13) I punti del campionato saranno assegnati tramite il gioco ‘sasso, carta, forbice’

14) Ogni disputa tra i piloti sarà diramata da Taki Inoue, dopo una buona bottiglia di vino rosso

15) Ogni squadra che mancherà uno dei test prestagionali, sarà obbligato a correre un Gp di Corea 2014 in solitaria, senza punti assegnati.

16) Ogni pilota che completa un Gp su due ruote, riceverà il doppio dei punti

17) Ogni pilota con il nome Sebastian Vettel dovrà completare i pit-stop senza i meccanici

18) Ogni pilota che batterà Sebastian Vettel avrà un ‘doppio giro’ al bar


  • shares
  • Mail