F1 test 2014: la Lotus rinuncia alle prove di Jerez

Il dt Chester: "Non sono ideali per il nostro programma". Ma si parla di gravi ritardi per i problemi economici del team

Mentre tutto il mondo della Formula 1 è stretto attorno al dramma di Michael Schumacher, si inizia a pensare anche alla prossima stagione in pista. Finite le festività natalizie e di inizio anno, per i team entra nel vivo la fase conclusiva dello sviluppo delle nuove monoposto, per poi presentare le vetture ed affrontare i primi attesi test in pista. La prima sessione di prove invernali è prevista sulla pista spagnola di Jerez de la Fronteira dal 28 al 31 gennaio prossimo, quando ci sarà l’atteso debutto dei V6 turbo sulle varie macchine.

Non tutte le scuderie, però, saranno al via in questa sessione iberica: la Lotus ha annunciato, qualche ora fa, la propria rinuncia. Non è stata comunicata la data ufficiale, ma la nuova monoposto (denominata E22) vedrà la luce solamente verso metà febbraio ed il team di Enstone ha così deciso di presentarsi direttamente alle prove in Bahrain, dove si terranno le due sessioni conclusive (19-22 febbraio e 27 febbraio-2 marzo) di test invernali, prima del via ufficiale della stagione in Australia dal 14 marzo.

Abbiamo intenzione di mantenere la nostra vettura sotto il velo, un po’ più rispetto alle altre scuderie – ha affermato Nick Chester, il direttore tecnico della Lotus – I test di Jerez non sono ideali per il nostro programma”. Secondo le indiscrezioni, il problema è dovuto a importanti ritardi nello sviluppo della monoposto, a causa dei problemi economici che stanno colpendo la scuderia. Intanto, Davide Valsecchi non sarà più il terzo pilota del team di Enstone, che sta per raggiungere un accordo con Marco Sorensen.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail