CIR, Rally 1000 Miglia: Travaglia al comando nel day1

travaglia

Renato Travaglia, alla guida della Peugeot 207 S2000, ha finito al comando la prima giornata di gara del 33° Rally 1000 Miglia, terza prova del CIR. La sfida, iniziata nella serata di giovedì con la prova spettacolo di Lonato, è proseguita ieri con altri sei impegni cronometrati, al termine dei quali il pluricampione trentino ha avuto ragione su Giandomenico Basso e sulla sua Abarth Grande Punto S2000.

La tappa ha regalato molto spettacolo e momenti entusiasmanti sul filo dei secondi, con diversi avvicendamenti al vertice: Basso era stato il più veloce nella prima speciale dentro il kartodromo South Garda, per poi vedersi sfilare il testimone da Tobia Cavallini, con Farnocchia alle note (Peugeot 207 S2000), grazie ad una perfetta scelta di gomme del pilota di Empoli.

Cavallini ha tenuto la testa sino alla quarta prova. Alla successiva Basso è riuscito a sopravanzare tutti. Nella sesta speciale Travaglia, che al 1000 Miglia ha già vinto tre volte, si è portato in testa con un attacco deciso, complice anche un problema alla barra stabilizzatrice all'ufficiale Abarth, che in questa occasione corre da privato puntando all'Eurorally.

La giornata, non esente da alcuni spruzzi di pioggia, è finita quindi con il trentino al comando e Basso secondo, mentre per il terzo posto il confronto si è fatto frizzante tra due promettenti giovani, Marco Signor (Abarth Grande Punto S2000) e Rudy Michelini (Peugeot 207 S2000), il quale è al debutto nella gara bresciana.

Alla fine sul gradino più basso del podio è salito il primo dei due, con un colpo di reni proprio sull'ultimo appuntamento con il cronometro (terzo tempo assoluto), a conferma del proprio stato di forma. Meritevole anche Michelini: il toscano di Pescia, dopo aver preso un rischio a metà giornata con una toccata posteriore con cui ha danneggiato il retrotreno, ha sempre veleggiato con determinazione nei quartieri alti della classifica, mentre la top five l'ha chiusa Cavallini.

Sesta piazza per il bergamasco Alessandro Perico (Peugeot 207 S2000), rallentato da problemi al collettore di scarico; settimo Giampietro Antonelli (Peugeot 207 S2000), rallentato in avvio di gara da un'errata scelta di gomme, con alle spalle Corrado Fontana (Peugeot 207 S2000), pilota che punta alla classifica europea, anche lui afflitto da problemi di gomme.

La top ten è chiusa dal polacco Solowow (Peugeot 207 S2000) e dall'altro bresciano Cristiano Manzini (Peugeot 207 S2000). Ritirato l'attesissimo Andrea Dallavilla (Peugeot 207 S2000): dopo un avvio brillante (terzo assoluto), sulla terza speciale è incappato in una toccata con la quale ha danneggiato l'avantreno, dovendo alzare bandiera bianca.

Nella speciale classifica del Trofeo Renault Clio Top (con le New Clio Sport R3), che proprio in occasione del 1000 Miglia ha aperto la contesa 2009, il migliore a fine giornata è stato il toscano Stefano Bizzarri (rientrante dopo un anno di pausa) con 5"2 sul locale Stefano Abertini. Terzo il sammarinese Broccoli, a 21"1, dopo una giornata sofferta per noie ai freni.

Oggi la parte finale dei giochi: i concorrenti rimasti in gara riprenderanno la sfida alle ore 8.01, con la disputa di ulteriori sei Prove Speciali (tre da ripetere, per ulteriori 113,04 km). La manifestazione si chiuderà definitivamente alle 19.00 sul Lungolago Anelli di Desenzano.

Rally 1000 Miglia, Classifica Day 1:

01. Travaglia-Granai (Peugeot 207 S2000) in 1h07'53"9
02. Basso-Dotta (Abarth Grande Punto S2000) a 1"8
03. Signor-Barone (Abarth Grande Punto S2000) a 35"9
04. Michelini-Perna (Peugeot 207 S2000) a 40"3
05. Cavallini-Farnocchia (Peugeot 207 S2000) a 44"8

Via | Press Office

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: