F1, Paffett: le monoposto sono quest'anno più difficili da guidare

L'ex campione DTM ed ora collaudatore McLaren lancia un messaggio ai piloti del circus: le nuove monoposto sono molto più difficili da guidare. Dovete cambiare il vostro modo di portarle al limite.

gary_paffett_mclaren

I piloti dovranno abituarsi in fretta al comportamento delle nuove monoposto, differente rispetto a quanto sono abituati. E’ la riflessione di Gary Paffett, collaudatore McLaren, recentemente intervistato da SkySport. “Sarà eccitante. Le automobili avranno caratteristiche bene differenti rispetto alle loro progenitrici – ha spiegato il 32enne inglese –. Il carico aerodinamico sarà in particolare molto inferiore. Già in passato la FIA ha cercato di ridurlo, ma con le nuove norme regolamentari sembra essere riuscita nel proprio intento”.

“Ciascuna monoposto sarà ben più difficile da guidare, specialmente per via della maggiore coppia prodotta dal motore e per via del nuovo sistema KERS – prosegue l’ex campione DTM –. I piloti dovranno stravolgere anche il modo di affrontare le curve a media ed alta velocità, proprio a causa della mancanza di carico aerodinamico”.

Paffett sottolinea poi come il problema non sia legato esclusivamente al bilanciamento ed alla maneggevolezza, ma anche al modo “in cui sfruttare le gomme, il carburante e tutti i nuovi dispositivi di ausilio”. Il pilota dedica poi alcune battute alla situazione di McLaren. “Un altro campionato come lo scorso? Non mi sembra probabile. Quest’anno saremo decisamente più competitivi – la sua speranza –. Abbiamo capito la natura degli errori e ci siamo ovviamente predisposti per non commetterli nuovamente. L’auto è completamente nuova. Sarà difficile ‘capirla’ nelle battute iniziali del campionato, ma siamo decisamente fiduciosi”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail