Tensione nell'aria per l'incontro FIA-Fota. Intanto Schumacher appoggia la decisione della Ferrari

Schumi appoggia le scelte della FerrariIl primo incontro (o round) di quello che è l'attesissimo confronto tra la Fia e la FOTA è ormai alle porte: nel primo pomeriggio i rappresentati delle Federazione internazionale e della Fota (l'associzione che riunisce i team di F.1) si riuniranno per discutere il futuro della F.1 e gli argomenti di discussione non mancheranno di certo.

Tanto che le possibilità che l'incontro sia decisivo paiono rare, e la sensazione è che sarà il primo di una lunga serie di appuntamenti per trattare eventuali soluzioni dopo i clamorosi annunci di questi giorni che davano per ufficiale il ritiro dal Circus per il 2010 di Ferrari e Renault. E visto il clima di aperta polemica parlare di tensione è quanto meno doveroso.

Intanto stamattina si è fatto sentire sull'argomento anche Michael Schumacher: l'ex iridato della Ferrari ha rotto il silenzio seguito alle polemiche per il suo ruolo al muretto del Cavallino, sostenendo in pieno la linea del suo ex team: "La appoggio totalmente, la Ferrari è una parte immensamente importante della F.1 che senza di lei diventerebbe una serie di seconda classe".

"Con quelle idee di budget limitato e libertà tecniche suggerite dalla Fia non avrebbe senso per noi. Serve invece iniziare subito un dialogo tra le parti e arrivare a un compromesso che ci permetta di restare. Per me sarebbe inimmaginabile una F.1 senza Ferrari".

Schumi ha poi dato un suo parere su questo difficilissimo avvio di stagione delle rosse: "Non è iniziata bene ma sono sicuro che riusciremo a sviluppare la macchina ulteriormente. La gara in Spagna è stata un confortante passo avanti verso la nostra consueta competitività. Ci stiamo avvicinando ai migliori e presto torneremo in alto".

via | Gazzetta

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: