Gp Australia F1 2014: Rosberg domina, Ricciardo squalificato e Alonso è 4°

Il tedesco della Mercedes ha dominato dall'inizio alla fine, gara un po' in chiaro scuro per la Ferrari. Due ritiri eccellenti

Australian F1 Grand Prix - Race

Dominio Mercedes doveva essere e così è stato, ma con qualche colpo di scena, anche dopo la fine della gara. Nico Rosberg ha conquistato il successo nel Gp d’Australia, bruciando tutti con una partenza super e portandosi al comando alla prima curva, per iniziare la sua marcia trionfale. Il tedesco ha staccato subito tutti i rivali, riuscendo ad allungare anche subito dopo i giri con la safety car ed ha tagliato il traguardo con oltre 20 secondi di vantaggio. Non tutto è stato super, però, per la casa tedesca: Lewis Hamilton si è dovuto ritirare dopo pochi giri, per un problema tecnico.

LE FOTO PIU' BELLE DELLA GARA

La Red Bull stava festeggiando il podio di Daniel Ricciardo, ma alcune ore dopo il termine della gara è arrivata la doccia fredda: l'australiano ha avuto un consumo eccessivo di carburante, più dei 100 kg previsti come massimo dal regolamento, ed è stato squalificato. E, dunque, si completa la giornata da dimenticare della scuderia campione del mondo: Sebastian Vettel si è fermato al quarto giro, per un problema alla power unit, e così le 'lattine volante' tornano a casa da Melbourne con lo 0 nella casella punti. Se la ride la McLaren, con un doppio podio. Strepitosa la prova di Kevin Magnussen, al debutto assoluto nel mondo della Formula 1: il danese risale così al secondo posto, mentre Jenson Button è terzo.

Gara piuttosto anonima per la Ferrari. Fernando Alonso aveva dichiarato di avere come obiettivo la conclusione di questo Gran Premio e così è stato. Lo spagnolo ha mantenuto la quinta posizione che aveva sulla griglia di partenza, senza però avere mai l’occasione di poter dare fastidio ai primi. Poi la squalifica di Ricciardo ed il quarto posto. Ancor più nelle retrovie Kimi Raikkonen: a parte una buona partenza, il finlandese è rimasto tra settimo e nono posto, chiudendo in settima posizione. La grande sconfitta (ma non è una sorpresa) è la Lotus: sempre dietro sin da venerdì, entrambe le monoposto sono state costrette al ritiro.

ALONSO PERPLESSO: "TROPPI 35 SECONDI DA ROSBERG"

Gp Australia F1 2014: ordine d'arrivo e classifiche

L'ordine d'arrivo

1 Nico Rosberg Mercedes 58
2 Kevin Magnussen McLaren-Mercedes 58 +26.7 sec
3 Jenson Button McLaren-Mercedes 58 +30.0 sec
4 Fernando Alonso Ferrari 58 +35.2 sec
5 Valtteri Bottas Williams-Mercedes 58 +47.6 sec
6 Nico Hulkenberg Force India-Mercedes 58 +50.7 sec
7 Kimi Räikkönen Ferrari 58 +57.6 sec
8 Jean-Eric Vergne STR-Renault 58 +60.4 sec
9 Daniil Kvyat STR-Renault 58 +63.5 sec
10 Sergio Perez Force India-Mercedes 58 +85.9 sec
11 Adrian Sutil Sauber-Ferrari 57 +1 giro
12 Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari 57 +1 giro
13 Max Chilton Marussia-Ferrari 56 +2 giri
Squalificato Daniel Ricciardo Red Bull Racing-Renault
Rit Jules Bianchi Marussia-Ferrari
Rit Romain Grosjean Lotus-Renault
Rit Pastor Maldonado Lotus-Renault
Rit Marcus Ericsson Caterham-Renault
Rit Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault
Rit Lewis Hamilton Mercedes
Rit Felipe Massa Williams-Mercedes
Rit Kamui Kobayashi Caterham-Renault

La classifica mondiale piloti

1 Nico Rosberg GER Mercedes 25 punti
2 Kevin Magnussen DAN McLaren-Mercedes 18
3 Jenson Button GBR McLaren-Mercedes 15
4 Fernando Alonso SPA Ferrari 12
5 Valtteri Bottas FIN Williams-Mercedes 10
6 Nico Hulkenberg GER Force India-Mercedes 8
7 Kimi Räikkönen FIN Ferrari 6
8 Jean-Eric Vergne FRA STR-Renault 4
9 Daniil Kvyat RUS STR-Renault 2
10 Sergio Perez MEX Force India-Mercedes 1

La classifica mondiale costruttori

1 McLaren-Mercedes 33 punti
2 Mercedes 25
3 Ferrari 18
4 Williams-Mercedes 10
5 Force India-Mercedes 9
6 STR-Renault 6

ALONSO PERPLESSO: "TROPPI 35 SECONDI DA ROSBERG"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail