Gp Australia F1 2014, Vettel: "Situazione frustrante"

Se la Ferrari è triste, neppure la Red Bull può gioire dopo il Gran Premio d’Australia di Formula 1. Sebastian Vettel è molto deluso.

AUTO-PRIX-AUS-F1

Il Gran Premio d’Australia è stato poco fruttuoso per la Red Bull, che torna a casa con un pugno di mosche dopo la prima gara del Campionato del Mondo di Formula 1.

La sfida inaugurale della stagione agonistica 2014, andata in scena sulla pista di Melbourne, ha avuto un esito infelice per il team di Milton Keynes, che ci aveva abituato ad altri risultati negli ultimi quattro anni.

Sebastian Vettel si è ritirato dopo pochi giri per noie al motore, mentre Daniel Ricciardo, giunto in piazza d’onore alla bandiera a scacchi, è stato squalificato per aver superato il tetto di consumo del carburante fissato dalla federazione.

Contro il provvedimento la Red Bull ha presentato appello, parlando di "incongruenze con il misuratore di flusso del carburante registrate per tutto il weekend". La squadra è convinta di aver rispettato le norme ed aspetta con fiducia il verdetto dei giudici. Vedremo cosa decideranno.

Nell’attesa, il bottino dell’Albert Park di Melbourne è di zero punti per la Red Bull. Vettel è deluso, come appare chiaramente dalle sue parole, riprese da Mediaset: “Sapevamo che sarebbe stato difficile: la situazione è frustrante. Il motore non funzionava bene. Cosa posso fare io per migliorare la macchina? Non molto, guardiamo avanti. E' una delusione, ma la stagione è ancora lunga”.

Credo che la scuderia austriaca abbia tutte le risorse per superare il momento, ma molto dipende dal lavoro condotto da Renault, che promette il massimo impegno per ritrovare uno stato più tonico, specie sul fronte dell’affidabilità.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: